13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 29, 2023
Home Prima Pagina L'anno che verrà * di Filiberto Dal Molin

L’anno che verrà * di Filiberto Dal Molin

Filiberto Dal Molin – medico chirurgo specializzato in Radiologia, direttore sanitario della Salus, Istituto radiologico e fisiokinesiterapico con sede a Belluno.

Caro amico ti scrivo così ti informo un po’. Da quando ci siamo scritti l’ultima volta ci sono grosse novità.

Nel mondo la tragicommedia del Covid si è conclusa da tempo; noi invece abbiamo degli affezionati che vorrebbero prolungarla negli anni a venire. Ormai sappiamo tutti che il vaccino non protegge dai contagi eppure costoro coltivano un odio profondo per quelli che legittimamente hanno scelto di non vaccinarsi con un farmaco sperimentale, intrinsecamente dannoso e inutile. Vorrebbero vederli morire o strozzarli o trattarli col piombo (vedi Bava Beccaris) o corrosi in 10 minuti dai virus. Sono forse i troppo furbi o i cretini di ogni età. Altri più gentili pensano di isolarli, per esempio in treni speciali; questi fanno parte anche del governo attuale, sono in disaccordo col Presidente del Consiglio e sono clinicamente inquadrabili come oligofrenici poiché, come vaccinati, non hanno motivo di temere contagi.

Altre novità riguardano la validità delle diagnosi “molecolari” considerate del tutto inattendibili dagli stessi operatori e da Mullis e da Drosten; non sono degni di considerazione i tamponi. Le cure domiciliari con farmaci convenzionali, già indicate da molti medici titolati allo stesso Speranza, hanno sempre risolto l’infezione se usate nei primi giorni. Per quel che conta posso garantirlo personalmente.

L’ordine della “vigile attesa ed eventuale tachipirina” se aveva come scopo quello di ridurre la popolazione mondiale è del tutto fallito perché in Italia ha fatto solo circa 1 00.000 morti e nel mondo pochi milioni. Ci vuol altro! Potrebbe forse riuscirci Putin. Attendiamo comunque statistiche aggiornate.

Ci sono nuove terribili varianti del virus, diffusissime, ma difficilmente valutabili perché la stragrande maggioranza degli infettati non ha sintomi di malattia. Per la minoranza che potrebbe avere sintomi di infezione (con diagnosi mai certe per definizione) non vengono consigliate le vitamine C e D e qualche anti infiammatorio: troppo poco costosi! Attendiamo i nuovi vaccini con prezzi superiori ai 100 € oppure, più a buon mercato, quelli scaduti. Noi ne abbiamo milioni di dosi, previdente Speranza!

Per i sanitari, medici infermieri e tecnici, che la Presidente Meloni vuole rimettere in servizio, grandi doglianze dai molti vaccinati che temono l’infezione o forse invidiosi della buona salute che coloro ostentano. I Presidenti degli Ordini dei Medici, che non hanno mai pensato di attenersi al codice deontologico, non sanno a chi devono obbedire e stanno zitti. Ignorano che non devono obbedire ai politici ma agire in Scienza e Coscienza! Bisogna che qualcuno glielo ricordi.

I giornalisti di giornaloni e giornalini sono incerti; non sanno se possono dire la Verità (Qualcuno però, tra i giornalini, la dice) Il condizionamento che hanno prodotto induce molti a usare la mascherina anche in una solitaria passeggiata in campagna. Benedetti loro!
E la Giustizia? Qualcuno tra gli addetti sta mettendo fuori il naso.
Caro amico, l’anno che sta arrivando tra un anno passerà e senza grandi disturbi qualcuno sparirà. Ma il sedicente sapiens, di fatto idiota, non diventerà un po’ saggio ….e neppure gli uccelli faranno ritorno!

Dr. Filiberto Dal Molin – Belluno

Share
- Advertisment -

Popolari

Dolomiti Bellunesi: pareggio casalingo con la Virtus Bolzano

Inizio scoppiettante, poi a vincere è solo l'equilibrio DOLOMITI BELLUNESI-VIRTUS BOLZANO 1-1 GOL: pt 10' Corbanese, 13' Okoli. DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Alari (st 34' Vavassori),...

Val di Zoldo, Campionati italiani di biathlon Ragazzi – Allievi. Il comitato altoatesino totalizza quattro “scudetti” in otto gare e si aggiudica il Trofeo...

Val di Zoldo (Belluno), 29 gennaio 2023 – Si sono svolti sabato 28 e domenica 29 gennaio al centro biathlon di Palafavèra, in Val...

Lo svizzero Odermatt vince anche il secondo superG a Cortina d’Ampezzo precedendo l’azzurro Paris e l’austriaco Hemetsberger

Il presidente di Fondazione Cortina Stefano Longo e il sindaco Gianluca Lorenzi: «La Regina delle Dolomiti si conferma pronta a sfide sempre più importanti» Cortina...

Che fa il nesci, Eccellenza? …

Egregio Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno, dal maggio del 2021 Maurizio Federico, ricercatore dell’ISS, ha portato avanti gli studi su un vaccino italiano, capace...
Share