13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 27, 2024
HomeCronaca/PoliticaFrana a Croda Marcora, San Vito di Cadore

Frana a Croda Marcora, San Vito di Cadore

Poco dopo le 18:30 di oggi sabato 9 ottobre, si è verificato un distacco di roccia dal monte Marcora che ha causato una frana detritica verso la zona Chiapuzza nel comune di San Vito di Cadore. La frana si è riversata in una zona non abitata. I vigili del fuoco del distaccamento di Cortina e i volontari di San Vito, hanno eseguito un primo sopralluogo della zona. Nessuna persona risulta coinvolta o dispersa. Domani mattina sarà eseguito un sorvolo con l’elicottero Drago 81 con l’imbarco di personale tecnico per verificare il distacco. Saranno eseguiti anche rilievi video particolareggiati con i droni del nucleo regionale dei vigili del fuoco.

La Provincia è in contatto con il sindaco di San Vito di Cadore per monitorare la situazione e valutare il da farsi. La struttura di Difesa del Suolo si è attivata per il controllo del versante, insieme ai vigili del fuoco.
Consigliere Bortoluzzi: «Sono già in contatto con il comandante dei vigili del fuoco Antonio Del Gallo per mandare anche i nostri tecnici ed eseguire alcuni controlli durante il sorvolo, domattina. Nelle ultime settimane abbiamo sottoscritto una convenzione con Tesaf (Dipartimento di Territorio e Sistemi Agro-Forestali dell’Università di Padova) e tra le prime operazioni c’è proprio la creazione di una simulazione sulle colate in quel versante del Sorapiss, dove la Provincia alcuni anni fa ha realizzato alcuni canali di protezione dell’abitato di Chiapuzza. Ora accelereremo l’iter, per valutare eventuali colate che potrebbero innescarsi con la pioggia. Dal monitoraggio di domattina capiremo se è necessario svuotare i canaloni prima della primavera. In ogni caso, possiamo fin da subito dire che quell’opera, realizzata dalla Provincia, ha funzionato perché il materiale non è arrivato a Chiapuzza».

- Advertisment -

Popolari