13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 22, 2020
Home Cronaca/Politica L'indipendentista Bampo ritorna all'attacco: nasce il Partito delle Dolomiti. Si inizia con...

L’indipendentista Bampo ritorna all’attacco: nasce il Partito delle Dolomiti. Si inizia con un sondaggio sul nome del futuro partito territoriale

Partirà con un gazebo al mercato di Agordo mercoledì 26 settembre sino alle ore 12.30 il nuovo ciclo di incontri per l’adesione delle Dolomiti autonome al progetto indipendentista veneto. Dopo la raccolta di una serie di nomi suggeriti da persone contattate in tutta la Provincia verrà proposto ai cittadini un sondaggio in cui gratuitamente e senza obblighi di alcun genere potranno esprimere la propria preferenza sulla terna di nomi che sarà proposta all’assemblea costituente del partito che nascerà nella nostra terra per il raggiungimento dell’autonomia provinciale e l’indipendenza del Veneto.

L’assemblea costituente sarà indetta per il 24 e 25 novembre. Potrà partecipare chiunque abbia precedentemente a quella data manifestato interesse alla nascita di un partito locale che inserisca la possibilità della autonomia della Regione Dolomiti all’interno di un Veneto indipendente da Roma.

Paolo Bampo

Dietro tutto questo non poteva esserci che lui, Paolo Bampo, l’irriducibile indipendentista bellunese con alle spalle l’esperienza di tre mandati parlamentari. E che ora, con “i ladri di polli” e i “ladri di preziosi” (perché non sono solo noccioline quelle che hanno sottratto) che hanno occupato la scena politica mentre la gente fa fatica ad arrivare a fine mese, avrà certamente buon gioco nell’attaccare frontalmente la partitocrazia.

La novità nell’evoluzione di questo partito – precisa la nota –  è che ogni passo sarà regolato dalla partecipazione popolare. In questo momento non c’è nulla di precostituito. Il nome sortirà dal sondaggio. Lo statuto e le regole saranno scritte da chi avrà formulato interesse a partecipare alla fase costituente e saranno questi “Padri fondatori” a stabilirne i percorsi politici. Per acquisire il diritto a fregiarsi dell’appellativo di Padre Fondatore e partecipare a costo zero alle fasi costituenti della Autonomia della Regione Dolomiti attraverso l’Indipendenza Veneta sarà sufficiente presentarsi ai gazebo che saranno organizzati in tutta la provincia e di cui sarà data notizia attraverso gli organi di informazione locali o, nel caso di impossibilità, potrà essere inviata una mail di adesione e condivisione a:

partito.pop-belluno@libero.it

La presente iniziativa – conclude la nota –  è anche sostegno dei promotori del referendum per l’indipendenza del Veneto che recentemente ha coinvolto il Presidente Zaia a Venezia ed il Presidente Barroso a Bruxelles.

Il secondo appuntamento è già fissato per giovedì 27 dalle ore 9.00 alle ore 12.30 con il gazebo che sarà posto al mercato di Sedico.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Zaia presenta la giunta al consiglio regionale: 60mila posti di lavoro a rischio. Questa sarà una legislatura sociale

Venezia, 21 ottobre 2020  “Lavoro, economia, occupazione e servizi sociali saranno, oltre alla sanità, la vera sfida per questa giunta. Una sfida che si...

Ultimissime dai carabinieri

I carabinieri di Cencenighe hanno denunciato per detenzione di sostanza stupefacenti due fratelli agordini di 24 e 25 anni. La perquisizione fatta nella giornata...

Confermata l’Ex tempore di scultura in centro Belluno

All’insegna della prudenza, con qualche doverosa rinuncia, lo svolgimento dell’Ex Tempore di Scultura su Legno è confermato. Consorzio e Amministrazione Comunale hanno condiviso l’opportunità di...

Chiuse le elementari di Cortina. Trasferiti 10 ospiti dal Centro servizi di Ponte nelle Alpi. Nuove modalità di accesso ai drive-in

Quattro maestre della scuola primaria "Duca d'Aosta" di Cortina d'Ampezzo sono risultate positive al covid, pertanto il sindaco Gianpietro Ghedina ha pubblicato oggi l'ordinanza...
Share