13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 30, 2020
Home Cronaca/Politica Viabilità e manutenzione delle strade: le opposizioni chiedono la convocazione del consiglio...

Viabilità e manutenzione delle strade: le opposizioni chiedono la convocazione del consiglio provinciale

Mirco Costa

Dopo la penosa approvazione del Bilancio di previsione 2011 ottenuto con i soli voti della maggioranza e dopo aver sentito nella Commissione consigliare 7a ” viabilità” quali saranno le conseguenze per la viabilità Bellunese, dovute ai minori trasferimenti economici dalla Provincia a Veneto Strade, il Partito Democratico e i rappresentanti dell’ Italia dei Valori e del Partito socialista hanno chiesto con urgenza la convocazione del Consiglio Provinciale sul tema della viabilità.
Ecco il testo
Oggetto: Richiesta convocazione del Consiglio Provinciale – art.23, comma 3, del regolamento per il funzionamento del Consiglio Provinciale.
Premessa.
Il Bilancio di Previsione 2011 approvato in data 30/06/2011 prevede una forte riduzione dei trasferimenti alla Società Veneto Strade, partecipata della Provincia.
Tale manovra, dovuta alla drastica e indiscriminata riduzione dei trasferimenti alla Amministrazione Provinciale di Belluno operati dal governo nazionale, rende alquanto problematico far fronte agli obblighi convenzionali assunti con la Società Veneto Strade SPA e quindi incerto e molto critico il futuro della nostra viabilità provinciale.
Come chiaramente evidenziato da Veneto Strade con nota del 10/05/2011 a firma dell’amministratore delegato della società la stessa sarà obbligata a drastici e “ inevitabili disservizi sul mantenimento in efficienza della rete in gestione a fronte dei quali questa società fin d’ora declina ogni responsabilità “ .
In particolare la riduzione dei contributi alla Società Veneto Strade SPA non assicurerà la necessaria continuità al programma delle opere di manutenzione della rete stradale come le attività di pulizia neve e prevenzione ghiaccio necessarie da metà ottobre fino al termine del periodo invernale per garantire la percorribilità della rete viaria.
Lo scenario che quindi si prefigura per il prossimo inverno è quello di una rete stradale provinciale la cui percorribilità appare da subito insicura, incerta e con la probabile chiusura di lunghi tratti che pregiudicheranno  la vivibilità e perfino l’accessibilità di intere zone con grave danno anche all’attività turistica dei comprensori interessati.
Alla luce di quanto in premessa i sottoscritti Consiglieri Provinciali chiedono la convocazione del Consiglio Provinciale come previsto dall’art.23, comma 3, del regolamento per il funzionamento del Consiglio Provinciale con il seguente punto all’ordine del giorno:
Illustrazione del programma degli interventi manutentivi della rete stradale alla luce della riduzione dei trasferimenti che la Giunta Provinciale ha compiuto alla società Veneto Strade SPA.- effetti- provvedimenti e azioni conseguenti.
Mirco Costa – PD
Zaira Martire -PD
Sergio Reolon- PD
Angelo Levis -IDV
Emilio Isotton -PS

Share
- Advertisment -


Popolari

Denunciati dalla polizia 5 italiani per truffa. Bottino da 5.790 euro

L’altro ieri la Squadra Mobile di Belluno ha denunciato all’Autorità Giudiziaria 5 persone per truffa in concorso. Si tratta di soggetti italiani residenti parte...

Furto in un deposito di Ponte nelle Alpi. Rubate sigarette per 80mila euro

Ponte nelle Alpi, 30 ottobre 2020 - Ammonta a 80mila euro il valore degli scatoloni di sigarette di varie marche rubati ieri sera nel...

Inaugurato oggi l’Eurobrico a Ponte nelle Alpi

Duemilacinquecento metri quadrati, dall'utensileria all'edilizia, passando per idraulica e arredo giardino, mobili e accessori legati alla sfera dell'auto, casalinghi e arredo casa, fino all'abbigliamento...

L’Alto Adige si adegua. Sabato scatta il coprifuoco anche per loro

Chi aveva programmato la cena sabato sera dai vicini in Alto Adige, dovrà rinviare. Il governatore Kompatscher ha stabilito che dal 31 ottobre anche...
Share