13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 26, 2022
Home Pausa Caffè Sagra della zucca. Dal 30 settembre al 2 ottobre a Caorera un...

Sagra della zucca. Dal 30 settembre al 2 ottobre a Caorera un weekend di sapori bellunesi

«L’agricoltura bellunese non ha grandi numeri, ma ha grandissimi prodotti di nicchia di elevata qualità. Tra queste, la famosa zucca santa, apprezzatissima in cucina, al forno, per la preparazione di zuppe, risotti e gnocchi». Così il consigliere provinciale delegato al turismo, nella seconda “puntata” del tour tra le eccellenze autunnali della provincia di Belluno, che presenta questa settimana la Sagra della Zucca di Caorera, di scena a Quero Vas dal 30 settembre al 2 ottobre.

LA ZUCCA SANTA

Fino a poco tempo fa, la zucca santa bellunese – varietà locale tipica della Valbelluna e dell’asta del Piave – era relegata all’alimentazione degli allevamenti di suini e tutt’al più all’autoconsumo delle famiglie contadine, come integrazione dell’economia domestica in anni di fame. Un secolo fa era abitudine coltivarla in consociazione con il granoturco, seminata all’interno oppure a bordo del campo. Quasi completamente scomparsa, la coltivazione è stata recuperata solo di recente, trasformando un prodotto povero nella base di piatti di alta cucina, tanto che la zucca santa bellunese è prodotto agroalimentare tradizionale inserito nella Carta di Qualità del Parco nazionale Dolomiti bellunesi. Da qualche anno esiste anche un consorzio di tutela, proprio a Caorera, dove nel fine settimana verrà proposta la 27ma edizione della tradizionale sagra.

«La classica zucca santa definita “da inverno” perché si conserva fino a Natale, raccolta tra settembre e ottobre, è uno di quei prodotti che caratterizzano e identificano il territorio bellunese» spiega il consigliere provinciale delegato al turismo. «È uno di quei prodotti che vanno fatti conoscere e promossi come km0 di altissima qualità. Il turismo sempre più si basa sull’esperienzialità e provare i prodotti a base di zucca bellunese è una delle possibilità offerte dal nostro territorio nei mesi autunnali».

La zucca santa bellunese infatti si presta a essere cucinata in vari modi: lessa, al forno, in risotti e gnocchi. Il consorzio di tutela di Caorera prepara biscotti e birra alla zucca, ma anche zucca santa in agrodolce, marmellate e mostarde. Prodotti che si possono assaggiare anche durante il weekend di sagra.

LA SAGRA

A Caorera, gli stand gastronomici apriranno venerdì 30 settembre alle 18 e rimarranno attivi per tutto il fine settimana, proponendo i piatti della tradizione a base di zucca.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Hanno calato la maschera. L’Epifania della Verità * di Filiberto Dal Molin

Al Politecnico di Torino è stato annullato il grande Convegno “Poli-covid-22 salute, scienza e società alla prova della pandemia” per un bilancio scientifico sui...

CortinAteatro, un inverno spettacolare a Cortina d’Ampezzo

La rassegna, promossa e sostenuta dal Comune di Cortina D’Ampezzo e organizzata da Musincantus, torna all’Alexander Girardi Hall con un ricco cartellone per il...

Misurina, Istituto Pio XII. Zanoni (PD): “Regione scongiuri la chiusura”

"La perdita di questo punto di riferimento sanitario per bambini e adolescenti affetti da malattie respiratorie sarebbe pesantissima. L'Istituto Pio XII di Misurina è...

Come la moda crea cultura e innovazione: arte, design, chimica e meccatronica protagonisti del 5° Mastertech di Verona

Verona, 25 novembre 2022 – L’industria del Tessile, Moda e Accessorio Made in Italy è un asset strategico per il Paese non solo per...
Share