13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 27, 2022
Home Cronaca/Politica Belluno amministrative 2022. Idee, innovazione, concretezza e competenza. Il candidato sindaco Giuseppe...

Belluno amministrative 2022. Idee, innovazione, concretezza e competenza. Il candidato sindaco Giuseppe Vignato si presenta con 4 liste

Giuseppe Vignato al centro. Da sinistra Giangiacomo Nicolini, Giorgia Fontanari, Nadia Sala, Roberto De Moliner

Belluno, 8 aprile 2022 – Con la presentazione di Giuseppe Vignato di questa mattina all’Hotel Cappello di Belluno, dovrebbe essere al completo la terna di candidati sindaco che si propongono alla guida del Comune capoluogo per il prossimo quinquennio. Due candidati, quindi, per il centrosinistra, Lucia Olivotto e Giuseppe Vignato e uno per il centrodestra Oscar De Pellegrin.

Presentati dal coordinatore Francesco Buzzatti, hanno aperto stamane la conferenza di presentazione i rappresentanti delle quattro liste di sostegno al candidato sindaco Giuseppe Vignato, di cui tre civiche e quella politica del Partito democratico bellunese.

Idee, innovazione, concretezza e competenza sono le caratteristiche sottolineate da Giangiacomo Nicolini (lista Belluno D+), pediatra, consigliere uscente, nel supportare la candidatura di Giuseppe Vignato. Nadia Sala (lista In Movimento) consigliera uscente con delega alla Scuola, nel descrivere la lista di appoggio a Vignato ha fatto i nomi dei tre assessori, Giannone, Pellegrini e De Biasi, oltre ad altri 10 consiglieri comunali che sosterranno Vignato. Roberto De Moliner, consigliere e segretario del Pd di Belluno ha evidenziato il profilo di provenienza del candidato sindaco Vignato “tra civico e politico” (già manager di Luxottica e manager della società pubblica Sedico Servizi e 8 anni assessore al Bilancio), ideale per un proficuo dialogo tra forze civiche e politiche. De Moliner ha ricordato anche che la nostra provincia attende da anni il riconoscimento dell’autonomia che il governo regionale del centrodestra ad oggi non ha concesso. La giovane Giorgia Fontanari, rappresentante della quarta lista “Vignato valori comuni”, social media manager, è alla sua prima esperienza politica e porta il suo bagaglio professionale maturato in provincia di Bolzano in ambito turistico.

Giuseppe Vignato

Giuseppe Vignato, alla guida di questa alleanza progressista e riformista, ha parlato di aria nuova per Belluno e del suo impegno per un’amministrazione più elevata. Con un cuore del programma rivolto soprattutto ai servizi alla persona. “Al centro dei nostri obiettivi politici sono i cittadini di Belluno – ha detto Vignato –  oltre alle associazioni e alle categorie economiche”.

“Se si vuole elevare Belluno dev’esserci una squadra coesa. Belluno deve avere una leadership che si confronti quotidianamente con i Comuni contermini, con la Regione e con lo Stato, indipendentemente da chi sono amministrati”.

“Belluno deve tornare ad essere una città ponte tra montagna e laguna” ha detto ancora Vignato, ricordando le parole di Dino Buzzati.

La precedente amministrazione lascia in eredità un primo piano di opere di rigenerazione già effettuate a cui seguirà una secondo piano del valore di 20 milioni. “Per attivarlo serve una squadra competente – ha ribadito Vignato – perché i tempi da rispettare sono stretti. Ebbene, la nostra squadra è un mix di competenze, derivato dagli ultimi dieci anni di esperienza nell’amministrazione della città, oltre all’apporto di un’ala giovane dall’elevato potenziale”.

Nella continuità con l’amministrazione precedente, c’è però un elemento di discontinuità concordata: nelle liste di Vignato non ci sarà il sindaco uscente Jacopo Massaro.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Grazia Di Grace 20 anni dopo. Intervista alla cantante bellunese Grazia Donadel. A settembre il nuovo spettacolo “Radici, radici”

E’ molto difficile non riuscire a trovarsi a Belluno. Eppure ci siamo riusciti. L’appuntamento per l’intervista con Grazia Donadel, cantante, compositrice, laureata in Filosofia...

Due interventi in montagna per scariche di sassi

Belluno, 26 - 06 - 22  -  Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della parete nord...

Il professor Trabucco nominato Referente del Dipartimento Affari costituzionali di Italexit

Domenica 26 giugno 2022, a Roma, nel corso del I° convegno nazionale di Italexit il segretario nazionale, senatore Gianluigi Paragone, ha nominato il professor...

Occhiali e surrealismo: attrazione. La mostra a Pieve di Cadore, per vedere il surreale e il reale

Domenica 3 luglio, alle ore 18.00, presso la Fondazione Museo dell’Occhiale onlus di Pieve di Cadore, si terrà l’inaugurazione dell’esposizione Occhiali e surrealismo: attrazione....
Share