13.9 C
Belluno
mercoledì, Marzo 3, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Belluno, ex Chiesa dei Gesuiti: montata la scala. Sopralluogo al cantiere con...

Belluno, ex Chiesa dei Gesuiti: montata la scala. Sopralluogo al cantiere con la Commissione urbanistica

E’ stata montata la scala all’interno dell’ex Chiesa dei Gesuiti di via Tasso a Belluno (ex Distretto militare). Ad ammirare la novità, che ora collega finalmente dall’interno i due livelli della struttura, questa mattina erano presenti il sindaco Jacopo
Massaro e i consiglieri della commissione urbanistica di Palazzo Rosso, invitati dall’assessore alla rigenerazione urbana Franco Frison e dalla presidente della commissione, Ida Bortoluzzi.

Franco Frison, assessore

«È stato ultimato in questi giorni il montaggio delle due scale che consentono l’accesso indipendente al primo piano della chiesa e che permettono così di non dover più utilizzare l’ascensore del Demanio e del fondo o le scale degli stabili attigui per raggiungere il livello superiore. – ha sottolineato Frison – Abbiamo cercato così di mettere ordine in una situazione molto articolata: la suddivisione delle proprietà derivate dalla privatizzazione degli immobili pubblici attraverso la tecnica finanziaria della “cartolarizzazione” voluta dall’allora ministro Tremonti e che ha visto anche il frazionamento di un bene unico come l’ex convento dei gesuiti, desta infatti ancora oggi perplessità».
Nel frattempo, proseguono le operazioni di riorganizzazione anche delle proprietà esterne; la porzione della caserma Tasso che si affaccia su Piazza Piloni è stata infatti ufficialmente restituita alla proprietà: alla sottoscrizione del documento di passaggio, avvenuta qualche giorno fa presso la sede dell’Associazione Nazionale Alpini ospitata proprio in una porzione dell’ex caserma, erano presenti i rappresentanti della proprietà (il Fondo immobiliare Patrimonio uno) l’affittuario (l’Agenzia regionale del Demanio dello Stato, con il Responsabile dell’Unità Sviluppo Servizi Angelo Pizzin) e il Comune di Belluno (con l’assessore Franco Frison e il dirigente Carlo Erranti), direttamente interessato all’accordo per definire l’acquisizione di alcune aree poste tra l’ex Chiesa dei Gesuiti ed il Parco
«L’importante area dell’ex caserma è stata occupata per decenni dagli uffici della Ragioneria territoriale dello Stato, che già da mesi si è trasferita in Via Feltre nello stabile occupato anche dal Catasto. – ricorda Frison – Il fondo ha consegnato le chiavi al Comune per consentire l’accesso al retro dell’ex chiesa e garantire sia l’attività dell’impresa che
sta operando che l’accesso alla sede ANA dei volontari, in attesa di realizzare in tempi brevi un nuovo accesso carraio indipendente da Via Tissi » .
Questo passaggio è propedeutico anche alla futura acquisizione da parte del Comune dell’area compresa tra lo stabile e il Parco Città di Bologna: «Stiamo dialogando con il fondo ed il Demanio in maniera molto costruttiva per poter concludere un accordo che veda la cessione al Comune delle aree retrostanti la chiesa e di alcune porzioni del fabbricato contigue alla chiesa, per poter realizzare magazzini, depositi e archivi utili alle nuove funzioni pubbliche dell’ex chiesa », conclude l’assessore .

Share
- Advertisment -

Popolari

Feltre, guasto alla rete internet, la farmacia non può vendere farmaci per 24 ore

Farmacia senza internet per ventiquattro ore. È accaduto lunedì alla Farmacia Pez Nadia e Roberto Snc di via Belluno a Feltre e solo ieri,...

Canto moderno. Da giovedì la Scuola “Miari” di Belluno inaugura il nuovo corso tenuto dalla docente Valentina Frezza

A partire da giovedì 4 marzo 2021 la Scuola Comunale di Musica "Antonio Miari" di Belluno, gestita dal Conservatorio "Agostino Steffani" di Castelfranco Veneto...

Grave pericolosità per incendi boschivi nei Comuni a rischio

Venezia, 2 marzo 2021  Viste le condizioni meteo-climatiche e vegetazionali, la Direzione della Protezione Civile Regionale ha dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli...

Un milione 370mila euro dalla Regione per la promozione dell’agroalimentare ed enogastronomia

Venezia, 2 marzo 2021  Ammonta a 1 milione e 370 mila euro l’investimento della Regione del Veneto per la promozione delle eccellenze agroalimentari, enogastronomiche...
Share