13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 18, 2021
Home Cronaca/Politica Veneto, più di 3mila decessi da metà novembre, come nella Bergamasca nella...

Veneto, più di 3mila decessi da metà novembre, come nella Bergamasca nella prima ondata. Paolo Benvegnù: “Zaia si dimetta”

Paolo Benvegnù

Più di 3000 decessi da metà novembre nel Veneto. Questa è la dura realtà da cui non si può sfuggire. É il prezzo che siamo stati costretti a pagare per la collocazione del Veneto nella stretta “riserva” delle regioni gialle.

Già a metà novembre, il numero dei decessi giornalieri ha cominciato a crescere in modo significativo: prima poche unità poi decine fino a superare anche il numero di 100,
Ai primi di dicembre la mortalità in Veneto, in proporzione al numero degli abitanti, era all’incirca 4 volte quella della Germania che decideva il Lockdown nonostante possieda il miglior sistema sanitario in Europa. Zaia ha scelto, insieme al governo, di mantenere la nostra regione nella zona gialla e le ampie libertà di movimento che comporta, sotto la pressione evidente delle categorie economiche, nonostante la conta quotidiana dei morti.
Il portafoglio ha contato più delle vite umane, esattamente come nella Bergamasca durante la prima ondata.

Due settimane fa, chiedevamo misure più restrittive con un comunicato stampa ed una manifestazione a Venezia, di cui i media hanno dato notizia. Lo ha fatto anche la Cgil, unica tra le grandi organizzazioni sindacali, sollecitando l’intervento del ministro Speranza.
Oggi abbiamo un numero di contagi quattro volte superiore alla Lombardia, e il primato nazionale dei contagi e delle vittime. Le chiacchiere di Zaia e del suo apparato di propaganda e di imbonimento devono fare i conti con i fatti.

Di fronte a questi risultati, che segnano il fallimento delle politiche di contenimento della pandemia nel Veneto, nonostante il generoso impegno e le qualità delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità pubblica, Zaia deve assumersi le sue responsabilità e deve fare l’unica scelta sensata: si dimetta! Dopo questa Caporetto si dovrebbe fare così.

Paolo Benvegnù – Solidarietà Ambiente Lavoro

Share
- Advertisment -

Popolari

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...

Sopralluogo al lago di Centro Cadore. La Provincia studia un intervento di pulizia simile a quello avviato a Santa Croce. Bortoluzzi: «Fondamentale per la...

La Provincia di Belluno sta studiando un intervento di pulizia del lago di Centro Cadore, simile a quello avviato qualche settimana fa a Santa...

Restaurate tre cornici dell’Ottocento del patrimonio artistico del San Martino, grazie al Centro Consorzi di Sedico

Belluno, 16 aprile 2021 - Sono state riportate al loro splendore tre cornici storiche, che racchiudono dipinti dell’ottocento del patrimonio artistico dell'ospedale "San Martino"...

La storia di 4 partigiane. Berton (Confindustria): “Donne e libertà, esempi per non dimenticare”

Una iniziativa di Confindustria Belluno e Isbrec a 76 anni dalla Liberazione. Lunedì 19 aprile la presentazione del libro "La casa in montagna" con...
Share