13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 17, 2022
Home Cronaca/Politica Fondi europei. L'allame del Pd: con la Brexit il Veneto rischia di...

Fondi europei. L’allame del Pd: con la Brexit il Veneto rischia di perdere 2 miliardi di euro. Sabato a Vicenza il convegno

Venezia, 20 marzo 2018  –  “Con l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, dopo il 2020 il Veneto rischia di perdere 2,1 miliardi di fondi strutturali comunitari. È un argomento che va affrontato apertamente, aspettando anche il prossimo governo che, in sede di commissione, dovrà dire quale scenario intende sostenere: più o meno Europa?”.

Stefano Fracasso – consigliere regionale Pd

L’allarme arriva dal gruppo regionale del Partito Democratico, che ne discuterà sabato prossimo, 24 marzo, dalle 9.30 alle 12 al Viest Hotel nel corso del convegno ‘Le Regioni e l’Europa, due miliardi in meno’ dove interverranno il capogruppo dem Stefano Fracasso (che concluderà i lavori), la consigliera Francesca Zottis, Pierluigi Boda (responsabile #Cohesion Alliance, Comitato europeo delle Regioni), l’europarlamentare Damiano Zoffoli, Marco Dus (consigliere comunale di Vittorio Veneto) ed Enrico Peroni (responsabile Europa del Pd Veneto). L’introduzione è affidata a Stefano Campolo dell’associazione Eudem.

“A causa della Brexit – ha spiegato il capogruppo Stefano Fracasso – mancheranno circa 100 miliardi al bilancio europeo. Quali saranno gli scenari futuri? Ci saranno dei tagli ai fondi strutturali oppure verrà chiesto un contributo maggiore agli altri Paesi? Con la ‘sforbiciata’, comunque, due scenari su tre non comprendono né il Veneto né le altre regioni dell’Italia centrosettentrionale, con i fondi destinati solo alle Regioni in difficoltà che devono recuperare il gap. Per questo è urgente sollevare il dibattito, da parte nostra presenteremo una mozione in Consiglio regionale e ne prepareremo una analoga per tutti i consigli comunali”.

Sull’importanza delle risorse europee ha insistito la consigliera Francesca Zottis: “Una parte dei Fondi europei di sviluppo regionale fanno parte del Por Fesr dedicati ai progetti di sviluppo, programma che coinvolge settori trainanti del Veneto come per esempio il settore ricettivo turistico. Finora questi soldi sono stati ben utilizzati, spendendo 180 dei 248 milioni disponibili, avviando 49 bandi e finanziando 1491 domande. Se non agiamo rischiamo di perdere, oltre ai finanziamenti Fesr, anche quelli per la formazione-lavoro Fondo sociale europeo e il miliardo per l’agricoltura previsto dal Piano di sviluppo rurale. Dobbiamo far capire che indebolendo le Regioni più virtuose, che fanno da traino, si penalizzano anche quelle più svantaggiate”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Gli interventi di soccorso in montagna di oggi

Quero - Vas (BL), 16 - 08 - 22 -  Impegnato lungo l'Alta Via degli Eroi dopo essere partito ieri da Porcen e aver...

Concerto a Palazzo Fulcis Venerdì 19 agosto, alle 20.45

Prosegue con entusiasmo la rassegna "REstate in Città", in programma a Belluno fino al 1° settembre, ricca di concerti e visite guidate, che stanno...

Rilevatori per il censimento a Belluno. Domande entro il 22 agosto

Riapertura dei termini per il reclutamento dei rilevatori per il censimento permanente popolazione e abitazioni 2022-2026. Domande entro le ore 12 del 22 agosto...

Bellunum cerca un tecnico. Domande entro il 26 agosto

Selezioni per un Istruttore tecnico addetto al coordinamento dei servizi di igiene ambientale per la Società Bellunum srl. Scadenza per la presentazione delle domanda,...
Share