13.9 C
Belluno
lunedì, Marzo 1, 2021
Home Cronaca/Politica Sbloccati i 400mila euro per il Soccorso alpino. Bond e Toscani: "finalmente...

Sbloccati i 400mila euro per il Soccorso alpino. Bond e Toscani: “finalmente le risorse per un presidio fondamentale per la montagna”

Dario Bond
Dario Bond

“Nel 2011 i limiti derivanti dal patto di stabilità avevano provocato lo stop al finanziamento, quest’anno nelle pieghe del bilancio 2012 sono state trovate le risorse e l’ultima giunta ha impegnato la somma. E’ la prova che nonostante le difficoltà del momento la Regione crede nel Soccorso Alpino e nel suo ruolo decisivo per la montagna veneta”.

A dirlo sono Dario Bond e Matteo Toscani, rispettivamente capogruppo del Pdl e vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto, che così commentano il via libera da parte della giunta – su proposta dell’assessore Daniele Stival – al finanziamento della terza annualità del piano degli investimenti del Corpo nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico del Veneto per un importo di 400 mila euro.

 

Matteo Toscani
Matteo Toscani

La legge regionale 33 del 2007 aveva finanziato il piano degli investimenti per un totale di un milione e duecento mila euro suddividendo il progetto in tre stralci da realizzarsi nelle tre annualità di validità della convenzione per 400 mila euro ciascuno.

“Le prime due annualità del Piano”, ricordano Bond e Toscani, “sono state impegnate a carico del bilancio regionale rispettivamente negli anni 2009 e 2010, secondo le disponibilità finanziarie, mentre il terzo stralcio del progetto, relativo al 2011, non è stato impegnato per i noti limiti derivanti dall’applicazione del patto di stabilità”.

“Non appena è stato materialmente possibile”, proseguono i due esponenti di maggioranza, “la giunta ha trovato le risorse e le ha messe subito a disposizione”.

“E’ inutile ribadire quanto il Soccorso alpino sia importante per chi vive in montagna, dal residente al turista che si concede un’escursione. Questi volontari sono delle sentinelle fondamentali del territorio e finché la loro opera sarà sostenuta e riconosciuta, la montagna potrà sperare e guardare al futuro”.

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Intervista a Davide Mazzon. Gli anestesisti rianimatori in prima linea nel contrasto alla pandemia

A un anno dalla diffusione della pandemia Covid-19 che ci affligge, abbiamo interpellato il dottor Davide Mazzon, da quasi 20 anni direttore del Reparto...

Conclusa l’Italia Polo Challenge Cortina 2021

Cortina d'Ampezzo, 28 febbraio 2021  -  Giocatori e cavalli protagonisti di Italia Polo Challenge Cortina 2021 lasciano la vallata ampezzana con la soddisfazione di aver...

Due interventi del Soccorso alpino

Belluno, 28 - 02 - 21   Attorno alle 12.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto nel comune di Tambre, per uno...

Grubissa (Federfarma) chiede un confronto al nuovo direttore generale della Ulss Dolomiti Maria Grazia Carraro

La distribuzione dei farmaci sul territorio, la collaborazione in occasione di campagne di prevenzione, le difficoltà di gestione della ricetta dematerializzata e l'erogazione dei...
Share