13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 24, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Fondazione Teatri. Per i servizi si procederà per affido diretto. In via...

Fondazione Teatri. Per i servizi si procederà per affido diretto. In via di pagamento gran parte dei contributi alle associazioni

Nella sua seduta di ieri pomeriggio, il Consiglio di Gestione della Fondazione Teatri non ha potuto che prendere atto della non aggiudicazione del bando per l’Appalto dei Servizi tecnici e di sala del Teatro comunale, come da verbale della commissione esaminatrice riunitasi ieri mattina, per difformità dell’offerta presentata dall’unica ditta che aveva partecipato.

Nicoletta Comar

Visti i tempi ristrettissimi che non consentono l’emanazione di un nuovo bando e la volontà assoluta da parte della Fondazione di aprire il Teatro, il presidente, Nicoletta Comar, è stata delegata a verificare la disponibilità delle diverse ditte presenti sul mercato per poi procedere ad un affidamento diretto dei servizi tecnici per gestire la stagione 2012/2013, come nelle facoltà della Fondazione, data la sua natura giuridica.

Il successivo punto all’ordine del giorno del consiglio di Gestione verteva sul bilancio di previsione 2012 e sull’erogazione di contributi alle associazioni ancora in sospeso. Verificata la disponibilità a bilancio di 51.000 euro, circa il 70% del dovuto, è stato deliberato di procedere subito ai pagamenti ad ogni associazione nella medesima percentuale, a parziale copertura del dovuto. Il rimanente sarà liquidato quanto prima, non appena ve ne sarà disponibilità, forse già entro il 2012, stante l’entrata a bilancio di contributi previsti ma ancora non incassati.

“Pur nel rammarico per la non aggiudicazione del bando” – afferma il sindaco Jacopo Massaro – “approvo la scelta della Fondazione Teatri di procedere con celerità per le altre strade che le sono consentite, con l’obiettivo fermo di riaprire quanto prima il Teatro comunale e restituirlo alla comunità. Così come è oltremodo positivo che si comincino a liquidare alle associazioni i contributi che da troppo tempo aspettano. Sto seguendo con attenzione gli sviluppi della vicenda e ritengo che il nostro Teatro debba tornare ad essere un luogo di tutti, il cuore della cultura e della vita cittadina, non il sinonimo di polemica che è diventato in questi ultimi anni”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share