13.9 C
Belluno
sabato, Luglio 20, 2024
HomeLettere OpinioniPassa la mozione di sfiducia. Cade Bottacin e la sua giunta, la...

Passa la mozione di sfiducia. Cade Bottacin e la sua giunta, la provincia si avvia al commissariamento ed elezioni anticipate. Mirco Costa (Pd): “Si apre una nuova stagione politica. Basta alla provincia bancomat dove Stato e Regione prelevano risorse

Con 14 voti (opposizione + 4 consiglieri del Pdl su 6) contro 7, passa la mozione di sfiducia al presidente Bottacin. Cade quindi la giunta di centrodestra e si va verso il commissariamento che precede le elezioni anticipate. La crisi politica che fino a venerdì mattina sembrava ricomposta (c’erano soltanto Addamiano e la Targon decisi a far cadere il presidente), nel primo pomeriggio si è aggravata e raccoglie altri due voti del Pdl.  Il presidente Bottacin non ha partecipato alla votazione e comunque il suo voto non avrebbe modificato le sorti, perché erano sufficianti 13 voti per la sfiducia.
“L’esito del voto non era scontato – commenta Mirco Costa (Pd) e sicuramente è stata una decisione sofferta della maggioranza. In ogni caso rappresenta un fallimento determinato dall’incapacità politica dei partiti.

Mirco Costa

Ora si apre una fase politica nuova. Si ritorna a parlare di programmi. E’ finita la stagione delle poltrone.E anche la provincia di Belluno – conclude Costa – non può continuare ad essere scambiata per una bancomat, dove Stato e Regione prelevano risorse quali acqua ed energia”.

- Advertisment -

Popolari