13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeCronaca/PoliticaL'ordinanza Prade spegne la musica alle 23, ma la Lega non ci...

L’ordinanza Prade spegne la musica alle 23, ma la Lega non ci sta

Andrea Stella

La Lega Nord cittadina dichiara di dissociarsi dall’ordinanza firmata dal sindaco Antonio Prade che ferma la musica nei locali del centro alle ore 23. Lo scrive in una nota il capogruppo della Lega Nord  Andrea Stella che critica anche il metodo adottato dal sindaco pidiellino, che ha emesso l’ordinanza senza alcun accordo con la Lega, come per altri recenti argomenti vitali per la città. Un comportamento scorretto nei confronti dell’alleato politico che lo sostiene in Comune – si legge nella nota – e che pure ha permesso con il proprio determinante appoggio di superare positivamente la recente verifica di maggioranza.
“L’ordinanza è inaccettabile nel metodo e nei contenuti! – sostiene Stella –  E’ doveroso ricordare che il Comune, tra i primi in Italia, ha adottato  un piano sul contenimento del rumore e che quel regolamento costituisce lo strumento di controllo delle immissioni sonore.
Una disciplina organica della materia rende incomprensibile la scelta di emettere un’ordinanza a macchia di leopardo, che discrimina senza logica sia i bar del centro tra di loro e poi nei confronti della periferia, sia i cittadini a seconda della zona di residenza.
La Lega Nord cittadina – conclude il capogruppo Andrea Stella –  chiede l’immediato ritiro dell’ordinanza in questione ed una verifica delle azioni per rimettere ordine in modo organico nella vita del centro cittadino”.

- Advertisment -

Popolari