13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCronaca/PoliticaTrichiana: avviato il piano di asfalti per un importo complessivo di 99.000...

Trichiana: avviato il piano di asfalti per un importo complessivo di 99.000 euro

 

Giorgio Cavallet sindaco di Trichiana

“Dovrebbe rientrare tra le attività ordinarie di un’Amministrazione comunale, e, invece, mai, credo, un piano di asfaltature è stato così atteso” commenta il Sindaco del Comune di Trichiana, Giorgio Cavallet. “In un certo qual modo, mi viene da pensare che questa situazione sia davvero emblematica dell’incertezza che attanaglia oggi in modo straordinario i nostri Enti e che mette in seria difficoltà il nostro lavoro di difesa e promozione del territorio e dei suoi abitanti. Reperire le risorse non è stato facile: siamo riusciti a non accendere nuovi mutui e a gestire con rigore risorse proprie del Bilancio. Questo intervento è davvero il frutto di un tenace lavoro di squadra, per il quale ringrazio i miei assessori e consiglieri delegati a lavori pubblici e territorio e gli uffici comunali”.
Il piano degli asfalti, approvato nel novembre del 2010, diventa realtà sul territorio di Trichiana in questi giorni.
“La spesa complessiva prevista sarà di 99.000 euro – spiega Flavio Da Canal, assessore ai Lavori pubblici – e ci permetterà di dare soluzione alle situazioni più problematiche, con un discreto intervento di risistemazione del manto stradale; gli interventi più consistenti sono previsti a Cavassico Superiore, in Niccia, a Nareon e a Nate, dando un po’ di respiro alla nostra viabilità. Gli interventi presteranno attenzione al deflusso delle acque meteoriche in modo da migliorare alcune situazioni da tempo note. Conosciamo il territorio e i cittadini ci hanno segnalato le criticità dal loro punto di vista: sulla base di questi elementi abbiamo stabilito delle priorità e ora possiamo intervenire, cominciando dalla parte bassa, verso quella alta del Comune”.
I lavori si protrarranno per circa due settimane, tempo permettendo.
“Con Sindaco, assessore Da Canal, Ufficio tecnico e Ditta esecutrice – conclude il consigliere delegato al territorio, Matteo Cesca – abbiamo verficato “palmo a palmo” gli interventi da eseguire, proprio perché le risorse sono così risicate, da richiedere estremo rigore negli interventi, dato che ogni risparmio si traduce in lavoro aggiuntivo che è possibile realizzare. Si è cercato di coniugare, in questa opera, la manutenzione del territorio comunale in tutte le sue tipologie, intervendendo principalmente sulle strade di maggior passaggio e inserendo qualche intervento di necessaria manutenzione di strade della parte alta del territorio comunale, come nella zona di Signetta.
Mi preme evidenziare, infine, che la salita dell’abitato di Nate verso Pramaor, la cui asfaltatura è inclusa nel programma e già finanziata, non verrà fatta subito, perché stiamo cercando di concertare col GSP i tempi del necessario intervento, da parte loro, sull’acquedotto, intervento che non avrebbe alcun senso eseguire dopo l’asfaltatura, dovendo rompere di nuovo il manto stradale, e che stiamo facendo di tutto per accelerare i tempi”.

- Advertisment -

Popolari