13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 15, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli La storia di Pierino e il lupo: un cult del teatro ragazzi...

La storia di Pierino e il lupo: un cult del teatro ragazzi in Italia festeggia il decennale della sua tournée

Due pomeriggi di festa a teatro per grandi e piccini!!! Così Tib Teatro ha deciso di festeggiare il decimo compleanno dello spettacolo La storia di Pierino e il lupo, una produzione ormai storica nel panorama del teatro ragazzi in Italia, sabato 19 dicembre ad Auronzo (Teatro Kursaal alle ore 17:30) e domenica 20 dicembre a Belluno (Teatro Comunale ore 17:00). Lo spettacolo, tratto dall’opera Pierino e il lupo di Sergej Prokofiev riprodotta integralmente nella straordinaria esecuzione di Claudio Abbado, vede in scena gli apprezzatissimi Clara Libertini e Solimano Pontarollo che con la loro capacità narrativa ed evocativa ci racconteranno questa storia semplice, immediata e vivace, una storia in cui l’intelligenza di un piccolo sa sconfiggere una grande paura: quella del lupo. Una storia che la regista Daniela Nicosia ha voluto raccontare con freschezza e delicatezza, non con le parole dei grandi ma con le grandi parole che sanno partorire i più piccoli. Il fascino della composizione di Prokofiev sta nella felice intuizione di far raccontare la storia con la musica, di fare di ogni strumento dell’orchestra un personaggio. Nello spettacolo gli attori raccontano la storia con i loro strumenti: la parola e il corpo, la danza e le immagini, mentre la partitura musicale corre libera. È così che, mediata dalla figura di un cantastorie, l’opera viene contestualizzata in una realtà di emigrazione. Pierino, bambino “solo” in un paese popolato da soli vecchi ha come “amici del cuore”: l’uccellino, l’anitra e il gatto. Una grande fame accomuna Pierino (che per un pezzo di pane si presta a far da “spalla” al cantastorie a sua volta affamato), gli abitanti di quel paese e il lupo che per mangiare, proprio come loro, deve “migrare”… Ma i lupi a questo mondo sono tanti e hanno tanti volti, bisogna imparare a riconoscerli e a difendersi… Recitazione, musica, danza e immagine compongono così un armonico tessuto ricco, peraltro, di notevoli spunti comici e di riflessione capaci di rendervi partecipi e persino protagonisti… insieme a Pierino, l’oca, il gatto, il nonno, l’uccellino… E i cacciatori? Beh quello spetta proprio a voi…
Nel corso di questi “primi” dieci anni Pierino ha attraversato l’Italia “in lungo e in largo”, arrivando fino a inesplorate sale teatrali dove ha avuto l’onore di inaugurare progetti di teatro dedicati alle nuove generazioni, o raccogliendo consensi e apprezzamenti in alcuni fra i teatri più prestigiosi della penisola (per citarne alcuni il Verdi di Padova e il Goldoni di Venezia,  il Testori e il Piccolo di Forlì, la Sala Fontana di Milano, il Filippini di Verona, il Comunale di Ferrara, il Testoni di Bologna, il Mercadante di Napoli, il Metropolitan di Palermo, l’Augusteo di Salerno, il Carlo Gesualdo di Avellino, l’Alfieri di Cagliari oltre, naturalmente, il Comunale di Belluno). È stato ospitato a festival importanti quali BassanoOperaEstate e Enfantheatre di Aosta e inoltre, dopo il successo ottenuto dalla versione inglese al meeting europeo della piattaforma EunetART nel 2005, ha scoperto una nuova vocazione e grazie all’apprezzamento da parte degli operatori stranieri e italiani dell’ottima e fedele traduzione del testo e della bravura attorale e linguistica di Solimano Pontarollo e Clara Libertini, lo spettacolo è stato consacrato fra le proposte in lingua inglese più richieste sul territorio nazionale.
La storia di Pierino e il lupo è una produzione Tib Teatro, tratta da Pierino e il Lupo di Sergej Prokofiev, per la drammaturgia e la regia Daniela Nicosia, in scena Solimano Pontarollo e Clara Libertini, elementi scenografici Gianni Volpe, tecnico luci-suono Paolo Pellicciari.
REPLICA AD AURONZO: sabato 19 dicembre ore 17:30 presso il Teatro Kursaal. Info e prenotazioni fino a venerdì 18 dicembre 0437-950555. Biglietteria presso il Teatro Kursaal sabato 19 dicembre dalle ore 16:30. Lo spettacolo è inserito nella Stagione di Teatro Auronzo di scena, organizzata da Tib Teatro, per la direzione artistica di Daniela Nicosia, con il Comune di Auronzo di Cadore, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la collaborazione del Consorzio Turistico Auronzo-Misurina.
REPLICA A BELLUNO: domenica 20 dicembre ore 17:00 presso il Teatro Comunale. Info e prenotazioni fino a venerdì 18 dicembre 0437-950555. Biglietteria presso il Teatro Comunale (0437-940349) sabato 19 (dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20) e domenica 20 (dalle 11 alle 13 e dalle 15:30 alle 16:30). Diciassettesima edizione della Stagione di Teatro per l’Infanzia e la Gioventù Comincio dai 3, organizzata da Tib Teatro, per la direzione artistica di Daniela Nicosia, con Comune di Belluno, Fondazione Teatri delle Dolomiti, Provincia di Belluno, Regione del Veneto, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Miur-Ufficio Scolastico Provinciale di Belluno, Agiscuola e AICS-Comitato Provinciale di Belluno.
www.tibteatro.it

Share
- Advertisment -

Popolari

Il Tribunale di Belluno respinge il ricorso degli operatori sanitari collocati in ferie forzate perché si erano opposti alla vaccinazione

Con ordinanza n.328 ex art. 669 terdecies CPC del 6 maggio 2021 il Tribunale di Belluno, presidente del Collegio il dottor Umberto Giacomelli, respinge...

Fondo Ambiente Italiano. Gemellaggio tra il Fai Giovani di Belluno e quello di Bolzano per scoprire il rispettivo patrimonio di storia e arte

Non sempre tra Belluno e Bolzano si creano rivalità e competitività: un valido e significativo esempio di collaborazione e dialogo viene dai volontari dei...

Tib Teatro non si è arreso. Investimenti, tenacia e lavoro in tempo di pandemia. E nuovi importanti riconoscimenti

Belluno, 14 maggio 2021 - "Un anno e mezzo di pandemia, teatri chiusi, ferma la tournée dei nostri spettacoli, ferma la stagione Comincio dai...

Quattro eventi a Seravella per la “Rassegna delle rose 2021”. Deola: «Iniziative culturali e valorizzazione del territorio per uscire dalla crisi Covid»

È tutto pronto al Museo etnografico della Provincia per la "Rassegna delle rose 2021". Quattro eventi, fino all'inizio di giugno, che ruoteranno attorno allo...
Share