Monday, 11 December 2017 - 17:14

“Belluno e Feltre unite per cambiare Bim Gsp”. Claudia Bettiol riparte stasera incontrando candidati e amici, per puntare all’elezione nel ballottaggio del 20 e 21 maggio

Mag 9th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Appena eletta chiederò un incontro a Paolo Perenzin, neosindaco di Feltre, perché le maggiori città della provincia affrontino la questione della gestione dell’acqua. Belluno e Feltre assumeranno quel ruolo che finora non hanno avuto. Proporrò a Perenzin di portare avanti assieme un cambiamento nell’impostazione e nel modello gestionale di Bim Gsp e di rivedere la decisione assunta nell’Ato di scaricare sui cittadini l’indebitamento della società. Sono entrambe azioni da attuare insieme e immediatamente”. Claudia Bettiol interviene così alla ripresa della campagna elettorale, ritornando sul tema con il quale aveva iniziato la sua corsa e annunciando la condivisione con il sindaco di Feltre (conosciuto nella sua parentesi nel consiglio provinciale e ora “collega” nella candidatura per il centrosinistra) di una battaglia che riguarda tutti i bellunesi.

Intanto, Claudia Bettiol annuncia di voler affrontare il turno di ballottaggio “con slancio, parlando a tutta la città e lavorando per Belluno, preparandoci a governare in modo serio, con competenza e coesione nell’amministrazione comunale”. Dell’approccio e delle strategie per il ballottaggio parlerà questa sera a tutti i candidati, gli amici e i simpatizzanti nel corso di un incontro organizzato al ristorante al Borgo anche per condividere nella squadra la soddisfazione per il risultato del primo turno.

 

 

 

Share

8 comments
Leave a comment »

  1. Cambiare cosa? A quanto mi risulta, la situazione disastrosa, prima che che degenerasse a scapito degli utenti, era ben nota anche a lei e a tutti gli esponenti dei partiti, tranne che a noi utenti. Ricordo che i presidenti dell’ATO sono stati i presidenti di provincia succedutisi negli anni, tra cui Sergio Reolon e Gianpaolo Bottacin, che ha preso atto e divulgato la triste realtà. Ora c’è ben poco da cambiare. Ora c’è da trovare le responsabilità e far sì che a pagare per gli errori altrui non siano i cittadini. Punto. Delle belle parole pre-ballottaggio non so cosa farmene. Io insisto, utenti: continuate con gli esposti come già suggerito. Tutte le info a questo link: http://www.bellunopress.it/2012/04/19/un-esposto-alla-corte-dei-conti-contro-bim-gsp/
    La politica e i politici e gli amministratori ci hanno snobbato. Svegliamoci e reagiamo in legalità e con le armi in nostro possesso.

  2. Inevitabile, necessario e indiscutibile il ruolo di leadership che Belluno deve avere assieme a Feltre nella gestione dello scandalo Bim-Gsp per evitare in ogni modo possibile la ricaduta sulla popolazione e permettere il ripetersi di queste situazioni. Partecipazione reale nella gestione dell’acqua, abbiamo avuto la fortuna di essere contagiati dalla valanga di idee smart dell’ing. Bettiol ospite ad uno degli eventi della campagna, avanti su quella rotta, assieme a Ponte Nelle Alpi e agli altri comuni virtuosi.

  3. Ricordate? l’ultima giunta di centrosinistra, quella in cui ero vicesindaco, si era opposta in giudizio contro la scellerata decisione di dare a Bim Gsp la gestione dell’acqua. E Prade, appena arrivato, ha subito ritirato il ricorso di Belluno, accodandosi alla massa e seguendo le direttive di partito che arrivavano da Sedico. Belluno periferia di Sedico… Oggi finalmente Belluno ha la possibilità di riprendere il suo ruolo di capoluogo, guidando con Feltre (e Ponte, e Agordo, e Pieve di Cadore, e Cortina…) un cambiamento radicale della galassia Bim, con la sua incapacità strutturale di agire sulle cause del disastro acqua, perchè gli stessi Sindaci siedono nelle tre assemblee di Ato, BIm e Gsp e non possono e non vogliono riconoscere i loro erroti o denunciare sè stessi..
    Voltare pagina, subito, con un disegno e una regia che solo un partito ed un Sindaco in collegamento con le reti politiche regionali e nazionali possono garantire a Belluno e alla sua provincia. Avanti con gli esposti dei cittadini, ha ragione Annalisa Dal Mas che da mesi si batte per far capire ai bellunesi che devono rimboccarsi le maniche per primi. E avanti con la Politica vera e concreta, per ridare a Belluno il ruolo che merita e alla provincia un capoluogo credibile e autorevole. Per questo, io, al ballottaggio voterò Claudia Bettiol

  4. Con Claudia Bettiol Belluno potrà finalmente recuperare il suo ruolo di capoluogo, in stretta sinergia con Feltre.

  5. Mi sembra poi di capire che se vincerà la Bettiol uno dei partiti che non si sentirà rappresentato nel ballottaggio avrà un seggio in più…

  6. Un motivo in più per votare Claudia Bettiol! Anche chi non è di centrosinistra ha diritto di avere degna rappresentanza in consiglio…

  7. […] Comunque, vale la regola “svizzera” per cui, anche se Belluno ha 36.000 abitanti, il suo voto in assemblea conta UNO, e questo vale anche per Feltre. Che ci sia il bisogno di “rifondare” il baraccone Bim-Gsp è fuori di qualsiasi dubbio. Non credo proprio lo possa fare il PD: però può sempre iniziare a belare. Noi, parafrasando il bersanino, siam sempre qui seduti sulla sponda del fiume. Appena eletta chiederò un incontro a Paolo Perenzin, neosindaco di Feltre, perché le maggiori città della provincia affrontino la questione della gestione dell’acqua. Belluno e Feltre assumeranno quel ruolo che finora non hanno avuto. Proporrò a Perenzin di portare avanti assieme un cambiamento nell’impostazione e nel modello gestionale di Bim Gsp e di rivedere la decisione assunta nell’Ato di scaricare sui cittadini l’indebitamento della società. Sono entrambe azioni da attuare insieme e immediatamente”.  […] (Bellunopress) […]

  8. ma con che faccia OGGI il candidato sindaco che IERI era vicepresidente della Provincia (che non ha voluto alzare le tariffe dell’acqua) propone soluzioni nuove senza assumersi alcuna responsabilità per quanto accaduto? Tropo facile dire che faceva tutto reolon (vedi incontro con i sindacati al comunale).

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.