13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 13, 2024
HomePrima PaginaVolley is life. La pallavolo è vita? Mercoledì al Centro Giovanni 23mo...

Volley is life. La pallavolo è vita? Mercoledì al Centro Giovanni 23mo di Belluno la serata dedicata allo sport

Centro Giovanni 23mo – Belluno

Sport. Quanti significati racchiude? Sicuramente quello dell’educazione, della salute, del benessere e dell’inclusività. Di questi valori e di altro si parlerà mercoledì 29 maggio alle 20.30 al teatro del Centro Giovanni XXIII di piazza Piloni, nella serata “Volley is life. La pallavolo è vita?” organizzata dal Comune di Belluno e resa possibile grazie ad un contributo ottenuto facendo rete con altri soggetti nazionali e internazionali.

“Una domanda quasi retorica, per me – commenta il sindaco di Belluno Oscar De Pellegrin -, la risposta è scontata: sì, lo sport è vita e io ne sono la testimonianza. A me personalmente l’attività sportiva ha dato molto, mi ha ridato letteralmente la forza in un momento difficile. Non ha importanza la partecipazione alle Olimpiadi, lo sport è in ogni caso vita, arricchimento e crescita, a qualsiasi livello lo si pratichi”.

L’evento nasce all’interno di un’ampia programmazione che l’Amministrazione sta portando avanti sui temi dello sport, dell’inclusione e dell’educazione, nella convinzione che l’attività sportiva rappresenti il mezzo indispensabile per un corretto sviluppo cognitivo, psichico e affettivo, nonché fisico-motorio, in quanto strumento educativo imprescindibile, che favorisce la socializzazione e l’inclusione sociali. In particolare è parte del progetto KA2 VET-KA210 – TIME OUT: Vocational Education and Training Project Title Tracking the Emotional skills for Organisational al quale l’Amministrazione ha partecipato facendo rete.

“Noi siamo partner all’interno del progetto il cui capofila è la società Phoenix con sede a Paese – spiega l’assessore ai fondi e all’attivazione del programma -. KA2 VET-KA210-TIME OUT è finanziato dal programma Erasmus plus vet e riconosce al Comune di Belluno 2900 euro, a fronte dell’organizzazione di un convegno, della partecipazione al meeting di ottobre in Spagna e all’organizzazione di un percorso di formazione rivolto ad allenatori, insegnanti di educazione fisica, psicologi e medici dello sport dedicato all’approfondimento dello sport inteso come innovazione sociale e strumento educativo. Il valore dell’iniziativa, al di là del fondo che mette a disposizione, sta anche nell’aver fatto rete con soggetti veneti e internazionali. Far passare il concetto che lo sport è uno strumento in mano a tutti noi per il nostro benessere, per la crescita emotiva e l’educazione dei nostri ragazzi significa seminare buoni messaggi e favorire buone pratiche nelle nuove generazioni”.
“Mercoledì si parlerà del valore potente dello sport e di come tutti, piccoli, ragazzi e adulti, dobbiamo cercare la disciplina che ci fa star bene – aggiunge l’Assessore allo Sport -. Lo sport ha un grande potere, che va al di là della prevenzione da tante malattie e del favorire la salute, perché ha risvolti sulla mente e sul carattere, dà equilibrio e favorisce la socializzazione positiva. Insomma, garantisce una vita più sana ma anche più serena”.

L’incontro sarà dunque il primo di un programma pensato per professionalizzare e sensibilizzare docenti, allenatori, istruttori, educatori bellunesi e giovani atleti sui temi dell’inclusione, dell’integrazione e sul valore educativo della pratica sportiva.
“Stiamo lavorando per un cambio di paradigma – prosegue l’Assessore -, un cambio di mentalità. Lo sport viene visto sopratutto come passatempo e divertimento, si considerano ancora pochi i suoi risvolti sull’educazione, la formazione del carattere e la prevenzione. Una volta ho letto una frase che diceva più o meno così “chi pratica sport è più vicino alla felicità”: riassume esattamente il messaggio che vogliamo divulgare”.

La serata porterà sul palco, in qualità di relatori, due noti sportivi: Silvia Biasi e Andrea De Col.
Silvia, classe 98 atleta nella società Godega – Sitting Volley, all’età di 5 anni, in seguito ad un incidente con un macchinario agricolo, ha perso la mano destra. Un evento che non l’ha fermata nella realizzazione dei suoi sogni. Silvia ha infatti giocat con la Nazionale italiana i Campionati Europei, i Mondiali e anche i Giochi Olimpici di Tokyo nel 2021.
Andrea è un atleta bellunese, classe 2003. Ha fatto parte della squadra di Treviso e nella scorsa stagione ha giocato con il Macerata. Al momento milita nel Belluno Volley.

Modererà la chiacchierata Nicolò Dalla Gasperina, voce di numerose manifestazioni sportive in provincia e fuori provincia, e sportivo a sua volta.

Ingresso gratuito.

 

- Advertisment -

Popolari