13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 28, 2024
HomePrima PaginaConsorzio Bim Piave-Belluno in assemblea. Si costituisce la nuova Fondazione per la...

Consorzio Bim Piave-Belluno in assemblea. Si costituisce la nuova Fondazione per la Comunità energetica

Convocata dal presidente Marco Staunvo Polacco, si è tenuta nel pomeriggio di oggi 8 maggio 2024 nella sala convegni della ANA – Sezione di Belluno l’assemblea generale del Consorzio Bim Piave. Focus sulla costituzione della nuova Comunità Energetica, un importante passo avanti nel quadro delle politiche energetiche e di sostegno alle comunità locali.
Con un’agenda ricca di temi cruciali per il futuro della provincia, l’assemblea ha iniziato i lavori con la lettura e l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, seguiti dall’approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio 2023 e della III Variazione al Bilancio di Previsione 2024-2026.

Cuore pulsante dell’incontro è stato concentrato su due punti salienti: la costituzione di una Comunità Energetica nella forma di Fondazione di partecipazione e l’approvazione Regolamento per l’assegnazione di contributi a valere sul Fondo per il lavoro a sostegno delle attività di Comuni e Unioni Montane triennio 2024/2026.
La decisione di costituire una Comunità Energetica rappresenta una pietra miliare nel percorso verso la sostenibilità e l’indipendenza energetica della provincia di Belluno. Questa iniziativa apre le porte a un futuro in cui le risorse energetiche locali vengono gestite in modo comunitario, promuovendo la produzione e il consumo sostenibili, nonché la
partecipazione attiva dei cittadini.

Il presidente del Consorzio BIM PIAVE, Marco Staunvo Polacco, ha commentato: “L’Assemblea Generale ha segnato un momento cruciale nella nostra missione di promuovere lo sviluppo sostenibile e il benessere delle nostre comunità di oggi e domani. Con la costituzione della Comunità Energetica stiamo gettando le basi per il futuro della
montagna.”
Approvato all’unanimità anche il regolamento per la concessione di contributi a valere sul Fondo per il lavoro a sostegno delle attività dei Comuni e delle Unioni Montane nel triennio 2024-2026, evidenziando l’impegno concreto dell’Assemblea nell’aiutare le comunità attraverso le istituzioni del territorio, ma anche offrendo alle persone in cerca di
occupazione nuovi posti di lavoro.

- Advertisment -

Popolari