13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 21, 2024
HomePrima PaginaPrimavera Casa cerca proprietari di case non utilizzate. Tre incontri pubblici a...

Primavera Casa cerca proprietari di case non utilizzate. Tre incontri pubblici a marzo a Ponte nelle Alpi e Alpago

PRIMAVERA CASA è in cerca di nuovi proprietari di case non utilizzate: con l’arrivo della
primavera, serate pubbliche a Puos d’Alpago, Ponte nelle Alpi e Tambre.
Gli incontri pubblici. Entro la primavera 2024 l’obiettivo è presentare il progetto PRIMAVERA
CASA in tutta la Valbelluna. E manca poco. Prima di Pasqua saranno organizzati tre incontri
pubblici per l’area di Ponte nelle Alpi e Alpago.
– Venerdì 15 marzo, alle ore 18 in comune di ALPAGO (in Sala mostre del Municipio di
Puos)
– Giovedì 21 marzo, alle ore 20,30 in comune di PONTE NELLE ALPI (nella Sala David
Sassoli del Parco Ex Casa Rossa)
– Venerdì 22 marzo, alle ore 18 in comune di TAMBRE (al Centro sociale, nella piazza di
Tambre)

Nel frattempo, il team di lavoro ha contattato tutti i Comuni del territorio della vallata bellunese, e a breve saranno proposte le ultime serate pubbliche.
Per l’area di Ponte nelle Alpi e Alpago, i Comuni che sostengono il progetto – Ponte nelle Alpi, Alpago, Tambre, Chies, insieme all’Unione Montana Alpago – hanno scelto di lavorare in concerto, perché quello dell’assenza di abitazioni per chi desidera vivere e lavorare nel nostro territorio è un problema condiviso.

Ecco quindi tre date in giorni e orari differenti, per dare a tutti gli interessati la possibilità di
partecipare ad una delle presentazioni: una prima data per la fascia più bassa dell’Alpago, una seconda per il pontalpino e una terza per la fascia più alta dell’Alpago.
“La provincia di Belluno – commentano il sindaco e l’assessore di Tambre Sara Bona e Lucia Della Libera – è in un inverno demografico senza precedenti: la denatalità e lo spopolamento hanno raggiunto livelli elevati.

Sta anche a noi amministratori provare ad invertire, in parte, una rotta che però dà segni di
cambiamento in positivo: una rinnovata attenzione per il vivere in montagna.
Gli strumenti a disposizione di un Comune per sostenere questa ripresa sono però pochi, per non dire nessuno. PRIMAVERA CASA è quindi un progetto molto importante, che dà speranza al nostro territorio.
Con la collaborazione di tutti dobbiamo ricucire il tessuto immobiliare chiuso da tempo, dando risposta alle numerose richieste e mettendolo a disposizione delle giovani coppie locali, di nuovi residenti o persone interessate anche per lavoro a vivere nel nostro bellissimo territorio”.

I protocolli con le imprese. Il team PRIMAVERACASA intanto continua a dialogare con le
aziende del territorio, che spesso faticano a trovare alloggi per i propri dipendenti. Oltre ai
protocolli con Carlo Gavazzi Controls SpA e DolomitiBus, Società Nuova ha da poco finalizzato un protocollo d’intesa con Valbelluna Servizi.
Di fatto, gli accordi – che non sono vincolanti – sono un tentativo di rispondere a una doppia esigenza: il bisogno delle imprese e dei lavoratori di trovare casa e la necessità dei proprietari di venire rassicurati, rispetto a chi abiterà la loro struttura.

I numeri. Da quando è iniziato, e cioè da settembre 2022, PRIMAVERA CASA ha coinvolto 13 Comuni (Sedico, Santa Giustina, Sospirolo, Cesiomaggiore, San Gregorio delle Alpi, Borgo Valbelluna, Limana, Pedavena, Feltre, Alpago, Tambre, Chies d’Alpago, Ponte nelle Alpi) e già organizzato 9 incontri pubblici di presentazione del progetto. A questi incontri hanno partecipato circa 180 persone. Il progetto ha ricevuto in questi mesi 87 manifestazioni di interesse. Finora ha visitato, nel primo sopralluogo gratuito, 40 abitazioni in Valbelluna. Di queste, 30 sono le case entrate nella rete di PRIMAVERA CASA.

I proprietari e gli inquilini. Alcune case PRIMAVERA CASA sono già state affittate a lavoratori delle imprese che hanno aderito al progetto. C’è la giovane coppia amante della montagna che si è trasferita per lavoro al Mis. C’è l’ingegnere specializzato argentino assunto a Belluno dopo un anno di viaggio in Europa. Ci sono operai e autisti delle linee DolomitiBus a Sedico e a Visome, a riabitare assieme case grandi, altrimenti vuote da tempo. Ci sono lavoratori nelle case di riposo del territorio che porteranno nuova vita a Mel, Sant’Antonio di Tortal e anche altrove, chissà dove arriveranno con PRIMAVERA CASA…

Per saperne di più su PRIMAVERA CASA, visita il sito www.primaveracasa.eu
O contattaci via mail (info@primaveracasa.eu) o telefono (3337856390).
Il progetto PRIMAVERA CASA è realizzato con il sostegno della Fondazione Cariverona ed è
ideato e partecipato da cooperativa sociale Società Nuova, Consorzio Turistico Dolomiti Prealpi, Isoipse Impresa Sociale, ACLI Servizi srl, con il supporto di Odar e la consulenza tecnica e metodologica di Etifor

- Advertisment -

Popolari