13.9 C
Belluno
lunedì, Luglio 15, 2024
HomeLettere OpinioniChi decide su chi può partecipare o prendere la parola?

Chi decide su chi può partecipare o prendere la parola?

A margine dell’avventura terrena di Papa Benedetto XVI, pongo l’attenzione su due fatti strettamente legati fra loro.

Lo scorso 25 ottobre all’Università La Sapienza di Roma una cinquantina di studenti dei collettivi studenteschi hanno protestato perché in un convegno organizzato dalla stessa erano stati invitati anche esponenti di Fratelli d’Italia. “Fuori i fascisti dalla Sapienza” recitavano i loro striscioni.

Pure nel 2007, il 20 novembre, avveniva un fatto simile. Alcuni studenti e docenti espressero rifiuto all’inaugurazione dell’anno accademico da parte del Papa Benedetto XVI.

Quindi, in nome di un non chiaro diritto a poter scegliere chi possa partecipare o prendere la parola in un incontro, gruppi di “studenti” e “docenti”, “democratici” offendono le basi del diritto che dovrebbe stare alla base dell’esistenza dell’Università stessa, che quasi ironicamente si basa sulla “sapienza”, che dovrebbe essere l’essenza della democrazia e del confronto.

Cambiano i tempi, ma non la sopraffazione di certuni.
Tomaso Pettazzi

- Advertisment -

Popolari