13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Lavoro, Economia, Turismo Contenimento lupi. Confagricoltura soddisfatta del voto dell'Unione europea

Contenimento lupi. Confagricoltura soddisfatta del voto dell’Unione europea

Belluno, 25 novembre 2022 – Negli ultimi anni il numero dei lupi nell’Ue è aumentato in maniera significativa, fino ad arrivare nel 2022 a 19.000 esemplari. E la popolazione può crescere esponenzialmente di circa il 30 per cento all’anno. Anche l’impatto negativo degli attacchi al bestiame è in aumento e perciò bisogna affrontare i conflitti di coesistenza: prevenendo, mitigando e compensando i danni. Così recita la risoluzione sui grandi carnivori votata ieri dal Parlamento europeo, che Confagricoltura Belluno accoglie con grande soddisfazione come un importante passo in avanti, che pone finalmente attenzione al tema dell’espansione incontrollata dei predatori, in particolare in montagna.

Per la prima volta il Parlamento europeo si esprime sull’argomento, riconoscendo un problema di coesistenza con i grandi carnivori, che andrà monitorato sulla base di dati scientifici. Nella risoluzione, approvata con 306 voti favorevoli, 225 contrari e 25 astensioni, si invitano gli Stati membri e la Commissione Ue ad assistere le regioni che si trovano ad affrontare problemi di coesistenza con i predatori, a rivalutare le strategie in materia di gestione del lupo e a tutelare gli allevamenti delle aree montane, dato che i sistemi tradizionali di pascolo e alpeggio sono particolarmente vulnerabili ai crescenti attacchi. Non solo. Si sottolinea, inoltre, che lo stato di conservazione del lupo, a livello paneuropeo, giustifica un allentamento dello stato di protezione e, di conseguenza, il declassamento del lupo da specie “strettamente” protetta a specie “semplicemente” protetta. Un passaggio che apre le porte a una revisione delle normative che impediscono l’abbattimento di lupi e orsi.

Diego Donazzolo

“E’ un provvedimento che attendevamo da parecchio tempo, tanto che già due anni fa avevamo chiesto misure diverse per tutelare i nostri allevamenti – sottolinea Diego Donazzolo, presidente di Confagricoltura Belluno -. Ormai non ci speravamo neanche più: eravamo rassegnati all’idea di essere costretti ad abbandonare le nostre attività, di fronte a una politica assente. Per fortuna, dopo aver incessantemente alzato la voce, siamo arrivati a un primo risultato, che ora va seguito da azioni concrete, a livello nazionale, mirate a contenere la popolazione dei grandi carnivori. Ricordiamo che i lupi, oltre a predare il bestiame nelle malghe, tanto da indurre alcuni allevatori a rinunciare all’alpeggio, si stanno avvicinando sempre di più ai centri abitati, mettendo in allerta i cittadini. L’attacco di pochi giorni fa alle pecore di Levego, in pieno giorno e in mezzo alle case, è solo l’ultimo esempio”.

In Austria il numero di capi di bestiame uccisi dai lupi è aumentato del 230%, toccando nel 2021 le 680 unità; in Francia, nel 2020, il numero di capi uccisi è stato pari a 11.849, mentre in Germania sono stati 3.959 in Germania, 616 in Cechia, 139 in Belgio e 98 in Alto Adige. In Veneto, dal 2017 al 2020, le predazioni registrate nelle province di Verona, Vicenza, Belluno e Treviso sono state 868. A livello regionale Confagricoltura ha portato più volte la questione all’attenzione sia della politica locale che dei parlamentari europei, evidenziando come l’eccessiva presenza dei grandi carnivori, in particolari lupi, abbia causato attacchi sempre più frequenti alle greggi e agli allevamenti, procurando ingenti danni economici alle aziende agricole e pericolo per le comunità dei territori montani.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Terremoto in Turchia e Siria. Zaia: “Personale sanitario specializzato pronto a partire”

Venezia, 6 febbraio 2023  “Personale sanitario specializzato in maxi emergenze del SUEM della Regione Veneto, medici e infermieri, è pronto a partire verso le zone...

Dolomiti Bellunesi sotto i riflettori. A Casa Sanremo è cominciata l’avventura

Ospiti di giornata Loris Capirossi con l'auto disegnata da Giorgio Pirolo, Nicole Mazzocato, Olimpiadi e sport invernali Primo giorno di Dolomiti Bellunesi a Casa Sanremo....

Deflusso ecologico, Deola: «Bene la sperimentazione allargata. L’obiettivo è la tutela della risorsa idrica e dell’ambiente fluvio-lacustre»

«Una sperimentazione, perché sia valida, ha bisogno di tempo e di dati certi. Quindi ben venga l'allargamento della sperimentazione in corso sulle derivazioni Enel...

Comincio dai 3. Domenica alle 17:00 al Comunale va in scena U.Mani

Gran finale per le domeniche della Stagione di teatro COMINCIO DAI 3, dopo il sold out de “La Bianca, la blu e la rossa”,...
Share