13.9 C
Belluno
mercoledì, Dicembre 7, 2022
Home Cronaca/Politica Outlet diffuso contro vetrine sfitte e svuotamento del centro. La proposta di...

Outlet diffuso contro vetrine sfitte e svuotamento del centro. La proposta di Lucia Olivotto ai vertici di Confedilizia Belluno e Ascom

Lucia Olivotto, candidata sindaco al Comune di Belluno

Belluno, 20 maggio 2022 – Realizzare un outlet diffuso in centro storico e istituire un ufficio dedicato alla ricerca di bandi e fondi nazionali ed europei per sostenere progetti di sviluppo della città: queste le idee contenute nel programma della candidata a Sindaco di Belluno Lucia Olivotto e presentate ai vertici di Confedilizia Belluno e Ascom Belluno.

“Siamo convinti che non possa esserci una rivitalizzazione del centro senza una stretta collaborazione tra pubblico e privato; abbiamo sempre sostenuto che il dialogo con la proprietà edilizia e i commercianti è fondamentale per scrivere il futuro della nostra città”, sottolinea Olivotto.
Per tornare a riempire le vetrine del centro, si pensa alla realizzazione di un “outlet diffuso” che possa portare vitalità e che serva da rilancio anche alla residenzialità; una proposta che ha anche un valore sociale: “Diventerebbe un luogo di incontro e di socialità: oggi, complice anche la pandemia, si acquista molto online, perdendo però il contatto con il venditore e con gli altri clienti, e questo diventa un problema sociale che coinvolge anche le fasce anziane della popolazione. Un “centro commerciale all’aperto” che coniughi diverse offerte commerciali con le bellezze della nostra città sarebbe un perfetto luogo di incontro e un ottimo antidoto alla solitudine”.

Sono più di 700 (sui 1400 soci in provincia) gli iscritti a Confedilizia Belluno che hanno proprietà nel territorio comunale; “Il 40% della parte corrente del bilancio comunale è sostenuta dalla proprietà edilizia”, ha sottolineato Olivotto.
Durante l’incontro con Confedilizia, il presidente Michele Vigne e i membri del consiglio direttivo hanno insistito molto sulla necessità di avere coraggio e una visione a lungo termine: “Sono completamente d’accordo con loro: lavorando in difesa non andiamo da nessuna parte; dobbiamo pensare alla nostra città da qua ai prossimi 30 anni, non alle prossime elezioni. Per questo, vogliamo istituire un ufficio dedicato alla ricerca di bandi e fondi europei: è in Europa che si trovano le risorse, e dobbiamo essere bravi e capaci di fare squadra per presentare progetti che possano ottenere i finanziamenti. A livello locale, poi, si può agire sulle leve fiscali locali, ma i margini lasciati oggi dalle normative sono ristretti, e con le nuove proposte a livello nazionale – penso ad esempio a quella sull’IMU – saranno ancora più risicati”.

Di un ufficio per i fondi europei si è discusso anche nell’incontro con la Consulta Ascom: “Serve cambiare i rapporti tra l’amministrazione e l’associazione dei commercianti: bisogna uscire dai personalismi, serve una collaborazione costante e costruttiva, le azioni a spot portano a poco o nulla”, ha aggiunto Olivotto.
All’incontro, hanno partecipato Angela De Min, presidente della Consulta Confcommercio di Belluno, il direttore Luca Dal Poz e alcuni membri della Consulta. Nei giorni precedenti all’incontro, Olivotto si era confrontata su questi temi anche con il presidente Paolo Doglioni, in quell’occasione in videoconferenza.

Share
- Advertisment -

Popolari

Scherma storica. Argento al Trofeo Ducale 2022 di Parma

Scherma Storica Dolomiti sul secondo gradino del podio in Spada a Due Mani Lo scorso fine settimana (3-4 dicembre) due atleti di ASD Scherma Storica...

Nuoto. Trofeo Città di Belluno: un grande successo dentro e fuori dall’acqua

Grazie a uno splendido, armonioso ed efficace gioco di squadra, la Sportivamente Belluno manda in archivio con successo quella che è ormai diventata la...

Settantamila euro dalla Regione per la bonifica al campo sportivo di Castion

La Regione stanzia 70mila euro per la bonifica al campo sportivo di Castion. Il sito contaminato dagli idrocarburi sarà bonificato con un contributo eccezionale. “Avevamo...

Poste italiane assume in Cadore

Belluno, 6 dicembre 2022 – Poste Italiane prosegue la ricerca di personale da inserire nel proprio organico negli uffici postali e di recapito del...
Share