13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 29, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Ferro, vetro, legno e ceramica, protagonisti alla 35ma Mostra dell’Artigianato di Feltre

Ferro, vetro, legno e ceramica, protagonisti alla 35ma Mostra dell’Artigianato di Feltre

A due settimane dall’avvio della rassegna, la macchina organizzativa della 35ma edizione della Mostra dell’Artigianato di Feltre è già a pieno regime.

La rassegna di quest’anno, va da sé, si carica di significati particolari anche per il periodo storico che stiamo attraversando: la Mostra dell’Artigianato costituisce infatti a livello veneto, e non solo, una delle primissime manifestazioni “in presenza” in uscita dal difficilissimo periodo legato all’emergenza sanitaria che ha condizionato la nostra vita sociale, economica e personale negli ultimi 18 mesi e rappresenta, di fatto, uno dei simboli della ripartenza non soltanto feltrina.

Una manifestazione, quella di quest’anno, come sempre e più di sempre, legata ai materiali più caratteristici e nobili della tradizione artigianale del territorio Veneto.
Protagonisti assoluti saranno il legno, il vetro e il ferro, nelle multiformi trasformazioni operate dalle sapienti mani dei nostri maestri.
Il legno, esaltato anche in questa occasione dal Simposio di Scultura, sarà anche al centro della dimostrazione dei maestri d’ascia dell’associazione “El Felze”, che riprodurranno davanti al pubblico presente alcune fasi di costruzione di una gondola.
E poi, naturalmente, il vetro, con gli artigiani vetrai e gli straordinari pezzi della collezione Nasci-Franzoia, esposti dallo scorso 8 maggio alla Galleria “Rizzarda”. Quale miglior simbolo del secolare legame tra la città di Feltre e Venezia, proprio in occasione delle celebrazioni per i 1600 anni dalla nascita del capoluogo lagunare?
Feltre è e rimane però soprattutto la storia del ferro battuto. E così anche quest’anno protagonisti saranno i fabbri che, sfidandosi a colpi di maglio, parteciperanno al concorso di forgiatura e si sfideranno per l’assegnazione del premio intitolato proprio a Carlo Rizzarda.

“Nei prossimi giorni sveleremo il programma definitivo della Mostra, ma già fin d’ora posso dire che questa edizione 2021 della rassegna avrà molti motivi di interesse”, commenta il presidente del comitato organizzativo Luciano Gesiot. “Nonostante le molte incognite del periodo, aggiunge Gesiot, ci siamo comunque voluti muovere per tempo per riuscire a mettere a punto, con la collaborazione dei molti partner coinvolti a partire dal Comune di Feltre, un programma che avrà moltissimi punti di interesse culturale e artistico, nel segno delle produzioni artigianali di qualità e dei materiali più rappresentativi della nostra tradizione”.

 

 

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Confermata domenica 1° agosto a Belluno la manifestazione “No al green pass”

"No al green pass". Domenica I° agosto dalle ore 18:00 alle ore 20:00 è confermata la manifestazione in piazza dei Martiri a Belluno. La protesta...

SlowMachine tra le imprese d’innovazione riconosciute dal Ministero della Cultura

SlowMachine, la compagnia teatrale bellunese che dal 2014 lavora sul territorio producendo spettacoli realizzando progetti di programmazione, è stata riconosciuta dal Ministero della Cultura...

Elisa Calcamuggi è la nuova responsabile marketing della Dmo

La Dmo Dolomiti si rinnova, con una nuova responsabile marketing. Si tratta di Elisa Calcamuggi, giornalista sportiva, che ha vinto il bando per la...

Cortina celebra i 150 anni dalla nomina della prima Guida alpina

A Cortina la tradizione alpinistica nasce in tempi lontani e naturalmente, come parte della vita quotidiana nella valle. Furono i cacciatori infatti i primi...
Share