13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 7, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Ricettività turistica. De Cassan (Federalberghi):"I dati certificano il tracollo invernale"

Ricettività turistica. De Cassan (Federalberghi):”I dati certificano il tracollo invernale”

Walter De Cassan

«Purtroppo i dati contabili aggiornati al 31 marzo confermano il tracollo del comparto turistico ricettivo ed in modo particolare di quello legato alla stagione invernale. Dati drammatici che confermano le sensazioni ma che “certificano” in modo definitivo come la ricettività turistica sia uno dei settori maggiormente colpiti dagli effetti della pandemia e delle restrizioni agli spostamenti ed allo svolgimento delle attività», così il presidente di Federalberghi Walter De Cassan commenta i dati elaborati dall’ufficio studi di Confcommercio Belluno.

«Confrontando questa stagione invernale (dicembre 2020 / marzo 2021) con l’ultima completa (dicembre 2018 / marzo 2019)», continua De Cassan, «la ricettività alberghiera registra nei territori a vocazione turistica invernale e nei comprensori sciistici perdite medie del 76% con cali di fatturato medi pari a circa 200mila euro ad azienda. Ne deriva una gravissima crisi di liquidità che merita massima attenzione da parte delle istituzioni. Stimiamo che il solo comparto alberghiero montano bellunese nell’ultimo quadrimestre abbia perso circa 40 milioni di euro di fatturato. A ciò vanno sommate le pesantissime perdite di fatturato patite da campeggi, rifugi alpini, attività extra-alberghiere, commercio e pubblici esercizi».

Federalberghi e Confcommercio Belluno ancora una volta sollecitano tutte le forze politiche, i parlamentari bellunesi e la Regione Veneto, a considerare l’andamento della stagione invernale per la determinazione dei sostegni economici. Aspetto questo che neanche nell’ultimo Decreto Sostegni è stato contemplato.
«All’orizzonte ci sono due passaggi fondamentali» afferma De Cassan. «Da un lato la definizione del Fondo Montagna e dall’altro il decreto “Sostegni Bis”; se la politica vuole dare un segnale forte di sostegno al comparto ricettivo montano e bellunese ha questi due importanti provvedimenti come occasione per aiutare concretamente un comparto al tracollo.

Sul Fondo Montagna servono più soldi perché la filiera composta da imprese ricettive, commerciali e di servizio che operano nei comprensori sciistici di tutta Italia è numericamente rilevante e c’è il rischio che migliaia di microaziende ricevano pochissimo! Rispetto al Decreto Sostegni Bis confidiamo che i parametri di riferimento siano veramente correlati alla stagione invernale di fatto mai iniziata ed andata del tutto in fumo».
L’associazione poi tiene alta l’attenzione su altri temi fondamentali riferiti all’impatto delle imposte e dei costi aziendali rimarcando ancora una volta ad esempio l’importanza di confermare l’esenzione IMU attualmente prevista allargandone però la platea dei beneficiari, trasformare l’attuale sconto del 30% in un totale annullamento del Canone Speciale RAI e prevedere politiche di sgravio significativo sulla tassa rifiuti.

Share
- Advertisment -

Popolari

Efficientamento energetico, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Belluno, Zoppè e Limana assegnatari di 384.640 euro

Belluno, Zoppè di Cadore e Limana sono i tre comuni del Bellunese tra i primi assegnatari dei fondi del Bando per l'efficientamento energetico. Secondo...

Fondo per i comprensori sciistici. De Carlo: “Soddisfatti, ma il provvedimento è troppo sbilanciato verso il Trentino Alto Adige”

“Abbiamo cercato di migliorare il Fondo per la montagna previsto dal Decreto Sostegni, provando a riequilibrare la ripartizione delle risorse su tutte le regioni,...

Fitoche, un progetto per salvare la montagna veneta, gli allevamenti e le produzioni

Il presidente Floriano De Franceschi: "un'iniziativa trasversale, con partner i cinque caseifici veneti di montagna, gli allevamenti ed il mondo della ricerca universitaria" Vicenza, 7...

Nuovo punto vaccinale a Sedico con Luxottica

Belluno, 7 maggio 2021 – L’Ulss Dolomiti, Comune di Sedico e Luxottica hanno definito congiuntamente un percorso collaborativo per attivare un nuovo Centro vaccinale...
Share