13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 19, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Dal 1° agosto, in tutta Italia, via ai saldi estivi. Zampieri: "Belluno...

Dal 1° agosto, in tutta Italia, via ai saldi estivi. Zampieri: “Belluno si è sempre espressa per la totale liberalizzazione dei saldi per fronteggiare la concorrenza del web”

I saldi estivi quest’anno inizieranno il 1° agosto. “Prima dell’emergenza Coronavirus – afferma il presidente di Federazione Moda Italia di Confcommercio Belluno, Vittorio Zampieri – la normativa stabiliva che i saldi iniziassero sabato 4 luglio 2020. Ovviamente ogni Regione era libera di anticipare o posticipare tale data, e ciò creava non pochi disagi a tutta la nostra clientela e al flusso di inizio saldi da Regione a Regione”.

“Con la pandemia ancora in atto, per la prima volta in tutta Italia le Regioni inizieranno alla stessa data, grazie alle proposte della Federazione Moda Italia e delle Delegazioni regionali Ascom. E anche della Conferenza Stato Regioni, presieduta dal governatore dell’Emilia Stefano Bonaccini che, riassumendo i pareri dei vari assessori regionali alle Attività produttive, per sopperire ai danni derivanti dall’emergenza epidemiologica, ha predisposto questa omogenea misura su tutto il territorio nazionale”.

“In merito alla scelta della data del 1° agosto – continua Zampieri – la Federazione Nazionale Moda della Confcommercio, presieduta da Renato Borghi, aveva promosso un’indagine nazionale su oltre 4 mila imprese il cui esito ha visto il 52% delle aziende preferire la posticipazione a inizio agosto. Per quanto riguarda le vendite promozionali, la Conferenza Stato Regioni ne aveva proposto la liberalizzazione e la Regione Veneto ha recepito tale proposta liberalizzando “Promozionali” fino al 1° agosto”.

“Ovviamente anche la nostra Associazione Provinciale Moda si adegua a tali date anche se, a onore del vero, Belluno si è sempre espressa a livello sia regionale che nazionale, per la totale liberalizzazione dei saldi e delle promozioni, anche per far fronte alla concorrenza sleale (vedi l’aspetto fiscale) degli acquisti via web che necessitano una seria regolamentazione, come più volte la nostra Confederazione ha richiesto al Governo”.

“Il Gruppo Provinciale Moda e Confcommercio Belluno, con tutte le sue categorie rappresentate – conclude Zampieri – si augura che, dopo questa severa prova di coesistenza, tutta la cittadinanza sostenga il commercio di vicinato, contro la desertificazione e la morte civile di splendidi borghi, città, vallate e dell’intero mondo produttivo del territorio provinciale”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Pulite le fontane del centro città

Belluno, 18 aprile 2021 - Dopo il tam tam sui social, l'amministrazione comunale ha dato il via alla pulizia delle quattro fontane "incriminate", colpevoli...

Malore in casera

Longarone (BL), 18 - 04 - 21 - Attorno alle 15.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione di Casera...

La solidarietà delle associazioni a Casanova, presidente di Mountain Wilderness Italia querelato per aver criticato “Quad in quota”

Luigi Casanova, presidente onorario di Mountain Wilderness Italia, è stato sottoposto a processo a richiesta dei sostenitori della manifestazione "Quad in quota" di Falcade...

Rinnovato il contratto dei metalmeccanici. In provincia di Belluno passa con il 93,8% dei consensi

Il Nuovo CCNL Industria metalmeccanica è stato ratificato nella provincia di Belluno con il 93,8% di voti favorevoli. Il voto si è svolto in...
Share