13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 28, 2020
Home Prima Pagina La Protezione civile dell'Ana di Mel rinnova le cariche. Mario Sitta è...

La Protezione civile dell’Ana di Mel rinnova le cariche. Mario Sitta è il nuovo presidente che subentra al compianto Lanfranco Da Canal

L’assemblea della Protezione civile dell’Ana di Mel ha eletto con voto pressoché unanime Sitta Mario presidente, i due vice presidenti De Paris Patrick e Da Rui Ivan, segretaria Da Canal Elena e De Gan Franco tesoriere. Revisori dei conti: Ciet Giampaolo, Dal Magro Carla e Foltran Andrea. Del consiglio faranno parte inoltre i cinque Capi nucleo e il responsabile della squadra Cinofili.

La Protezione Civile dell’ANA trova le sue origini dalle esperienze che gli alpini ebbero negli interventi di soccorso e di aiuto prestati nel terremoto del Friuli del 1976 e dalle successive operazioni prestate in occasione di alluvioni, frane, ecc. Fu una presa di coscienza del grande patrimonio di disponibilità, professionalità e capacità operativa di cui gli alpini dispongono.
Fu così costituita un’apposita Organizzazione di Protezione Civile ANA che unisce i soci ANA e gli aggregati. Nella Sezione ANA di Belluno operano circa 800 volontari che compongono 30 Squadre operative. Fra queste, certamente si distingue la Protezione Civile ANA di Mel di Borgo Valbelluna che ha recentemente tenuto l’assemblea annuale con rinnovo delle cariche.

Un’assemblea partecipata con pochissime assenze, segno della coesione del Gruppo. Il vice presidente Mario Sitta ha aperto l’incontro dicendo: “Mi rivolgo a voi con grande emozione in quanto oggi, al mio posto, doveva esserci l’amico Lanfranco che voglio ricordare con un minuto di silenzio. Lanfranco ha dato tanto per la nostra associazione e ha lasciato un’importante eredità, un forte messaggio: – Fare per gli altri in modo incondizionato senza chiedere gratitudine- questo era il suo pensiero e il suo modo di agire. Questa è l’eredità che ci ha lasciato, lo spirito del fare senza chiedere, il motivo per cui siamo membri di quest’associazione.
Ecco, mi sono trovato io a sostituirlo, in qualità di vice presidente, e mi trovo oggi a dover chiudere questo anno di lavoro insieme. Per il nostro futuro ci sono alcuni importanti ragionamenti da fare su chi siamo, quanti siamo, cosa dobbiamo fare e cosa vogliamo fare. Tutto questo passa necessariamente per una prima analisi riguardante le nostre risorse umane, su quanti siamo ma soprattutto su quanti effettivamente partecipano in modo costante alle attività. In questo momento gli iscritti all’ANA Nazionale per la squadra di Mel sono 75 dei quali 22 sono in forza alla squadra cinofili”. Sitta ha poi approfondito le attività che sono state svolte facendo notare come varie di queste sono state dedicate all’autofinanziamento e ciò a discapito dell’attività specifica di protezione Civile e in particolare dell’addestramento dei volontari. Infatti, i contributi che arrivano all’Associazione non consentono non solo di rinnovare il parco macchine, ma anche di rimborsare la benzina ai volontari che si prestano con i loro mezzi.
Poi Sitta ha aggiunto: “Dobbiamo pensare all’organizzazione del magazzino, all’efficienza dei mezzi e delle attrezzature, all’addestramento per essere pronti in caso di necessità. I recenti eventi calamitosi ci hanno insegnato quanto sia importante essere pronti ed efficienti in caso di necessità e ci hanno insegnato quanto sia necessario avere un Piano di Protezione Civile Comunale aggiornato e pronto all’uso, anche su questo aspetto riteniamo sia importante in nostro apporto.
Quindi, questa è la priorità assoluta e a seguire le attività che ci permettono di autofinanziarci come San Valentino, Malghe, Mele a Mel, Festa del Fieno, Sentieri e casere. Altro obiettivo è di rivedere le convenzioni in essere con il Comune di Borgo Valbelluna”.

Nella sua relazione ha poi dedicato attenzione al Nucleo cinofili da soccorso affermando: “che ci onora ed onora la Sezione per l’intensa attività che svolge e che la ha portata, per preparazione e risultati, ai vertici nazionali. Ringrazio e mi complimento con il responsabile e istruttore Franco Dal Dura.”
Dopo la lettura da parte della Segreteria delle notevoli attività svolte in Provincia per il post Vaia e in altre località, i bilanci sono stati approvati all’unanimità. E’ seguito l’intervento del sindaco di Borgo Valbelluna Stefano Cesa che ha ringraziato l’Associazione per il lavoro che fa sul territorio. Nel merito della sostituzione d’un mezzo resosi necessario per la vetustà dello stesso, il Sindaco si è impegnato a contribuire nell’acquisto di uno nuovo.
Ivo Gasperin, responsabile Protezione Civile di Sezione di Belluno, ha poi compiuto una disamina generale della Protezione Civile ANA accennando a quanto fatto e ai numerosi impegni futuri. Gaperin ha elogiato l’Associazione di Mel per l’attività svolta e ha apprezzato l’ingresso dei giovani che vanno a rafforzare le Squadre dei volontari.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Pallavolo Belluno. Diego Poletto: «Non abbiamo mai staccato, ora alziamo la qualità»

La Pallavolo Belluno non si ferma. Anche se non esiste ancora una data precisa per l'esordio nella B maschile, la Da Rold Logistics non...

Webinar per genitori e insegnanti: primo appuntamento il 30 novembre

Tre incontri per genitori e insegnanti sull’impatto emotivo da covid su bambini e ragazzi organizzati dalla Psicologia Ospedaliera dell’Ulss Dolomiti. La pandemia, soprattutto in questa...

Situazione contagi nelle scuole: 39 classi in isolamento fiduciario

Belluno, 27 novembre 2020 -  Sono attualmente in carico al “Team scuola” del Dipartimento di Prevenzione della Ulss Dolomiti 91 classi della provincia così...

Scarica di sassi nella notte a Canal, attivata la richiesta di intervento di somma urgenza alla Provincia di Belluno

Feltre, 27 novembre 2020 - Nella notte si è verificato dal versante a nord dell'abitato di Canal (Feletre) il distacco di alcuni massi rocciosi che...
Share