13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 24, 2020
Home Cronaca/Politica Rifiuti Comune di Belluno: Si pagherà in base alla superficie dell'abitazione, al...

Rifiuti Comune di Belluno: Si pagherà in base alla superficie dell’abitazione, al numero dei componenti e agli svuotamenti del bidone o apertura calotte. Per ogni svuotamento in più 6 euro a bidone e 1,5 a calotta

La tariffazione puntuale per la raccolta dei rifiuti nel Comune di Belluno entrerà a regime nel corso del 2020; nel frattempo, si tarerà il sistema e verranno messi a punto incentivi e soluzioni per alcune situazioni particolari. Inoltre, sarà avviata una campagna informativa tra i cittadini, e solo al termine di questa si procederà con l’introduzione della tariffazione puntuale.
Con il nuovo sistema di tariffazione, entrato in vigore per legge nazionale – secondo le stime fatte dal Comune e da Bellunum –  se si continuerà a ben differenziare non ci sarà alcun aumento in bolletta. Anzi, se i risultati della raccolta differenziata dovessero migliorare, questo lavoro si potrebbe tradurre in un’ulteriore riduzione dei costi complessivi di sistema. Benché gli svuotamenti annui forfettari, senza sovrapprezzo, appaiano a prima vista insufficienti e quindi scatterà il sovrapprezzo di 6 euro a bidone o 1,5 a calotta.

Ecco nel dettaglio le novità illustrate dal il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, e l’amministratore unico di Bellunum, Davide Lucicesare.

La nuova tariffazione
Come si struttura la nuova tariffa? Il nuovo sistema si basa su due parti: una prima quota, fissa, sarà calcolata sui metri quadri dell’abitazione e sul numero di membri del nucleo familiare, e una seconda variabile.
Proprio qua sta la novità: la parte variabile sarà infatti ora conteggiata sugli svuotamenti della calotta o del bidone. Questi i criteri annuali, stabiliti in base alla media dei conferimenti registrati negli scorsi anni:
un’utenza composta da un solo componente avrà 3 svuotamenti del bidone da 120 litri o 12 aperture delle calotte;
una famiglia di due persone avrà 4 svuotamenti del bidone o 16 aperture delle calotte;
in tre, si avranno 5 svuotamenti del bidone o 20 aperture delle calotte;
con quattro componenti, 6 svuotamenti del bidone o 24 aperture delle calotte;
a cinque componenti, gli svuotamenti del bidone saliranno 7, o a 28 per l”aperture delle calotte;
infine, le utenze con sei o più componenti avranno 8 svuotamenti del bidone all’anno, o 32 aperture delle calotte.
Un singolo svuotamento oltre quelli sopra elencati dovrebbe costare circa 6 euro a bidone, o 1,5 euro a calotta: «Sono stime, per ora. – spiega Massaro – Le cifre esatte verranno stabilite nelle prossime settimane, una volta ultimate le necessarie valutazioni».
Per monitorare il numero di svuotamenti già effettuati, sarà possibile da subito accedere al portale di Bellunum (tramite il quale è anche possibile effettuare 24 ore su 24 segnalazioni e suggerimenti), mentre nei prossimi mesi verrà attivata anche una app per smartphone dedicata. Sarà anche possibile chiedere queste informazioni agli operatori di Bellunum al numero verde 800/284482 nei tradizionali orari di servizio.

La sperimentazione
I primi mesi del 2020 serviranno come periodo di prova per tarare al meglio il servizio: «In questo periodo, gli svuotamenti delle calotte delle campane del rifiuto secco vengono registrate, ma non avranno alcun effetto sulla bolletta finale. – spiega Lucicesare – Al termine della sperimentazione inizierà il conteggio effettivo con il metodo approvato a fine anno dall’amministrazione comunale».
Questo periodo sarà utile alla società per tarare il nuovo sistema, ma anche ai cittadini per capire se stanno smaltendo il rifiuto secco nel modo corretto: «Già in questi giorni diversi cittadini ci hanno chiesto come poter ridurre la produzione di secco. – illustra Massaro – Per questo, oltre alle lettere che accompagneranno la prossima bolletta per spiegare la nuova tariffazione, organizzeremo degli incontri con i cittadini sul territorio per rispondere ai dubbi e alle curiosità dei bellunesi in materia di raccolta differenziata».

Pannolini
Altro tema delicato è quello dello smaltimento dei pannolini di neonati e anziani: «Non siamo in possesso di dati che ci dicano esattamente quanto incida la produzione di questo tipo di rifiuto sulle famiglie bellunesi, per cui abbiamo scelto di agire su un consumo presunto», evidenzia Lucicesare.
Per ogni bambino sotto i tre anni presente nel nucleo familiare verranno quindi assegnati degli svuotamenti aggiuntivi di calotta alla settimana: «Questa sarà una prima sperimentazione, che durerà per il 2020; in base ai riscontri che ci arriveranno, potremo intervenire modificando questo numero. Stiamo collaborando con l’asilo nido comunale per valutare il numero di svuotamenti aggiuntivi necessari per questo tipo di utenze e mantenere così invariato il peso della tariffa per le famiglie – aggiunge il sindaco – Con lo stesso obbiettivo adotteremo anche analoga soluzione per le famiglie con anziani con certificato di incontinenza; anche in questo caso, il numero di svuotamenti aggiuntivi sarà stabilito nelle prossime settimane».
Restano sempre validi anche gli incentivi, richiedibili a Bellunum, per l’acquisto dei pannolini lavabili.

Share
- Advertisment -


Popolari

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...

Furti di monili d’oro in casa. Giovedì sera a Limana e venerdì sera a Mel

Borgo Valbelluna, 24 ottobre 2020  -  Due furti in appartamento sono avvenuti nella tarda serata di ieri. Uno in quartiere Europa e l'altro in...

Passaggi a livello desueti. L’interrogazione del consigliere Stella

Nel territorio del Comune di Belluno vi sono 5 passaggi a livello (1 a Safforze, 2 a Fiammoi, 1 a Sargnano, 1 a San...
Share