13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 29, 2020
Home Cronaca/Politica Antidemocratico, opaco, opportunistico, autoreferenziale. Ecco il nuovo partito 5 Stelle di Di...

Antidemocratico, opaco, opportunistico, autoreferenziale. Ecco il nuovo partito 5 Stelle di Di Maio secondo i fuoriusciti bellunesi

Stefano Messinese

Il deputato D’Incà, come dimostra la sua campagna elettorale (vedi Corriere Alpi 23/2), è la perfetta incarnazione dell’involuzione del Movimento 5 Stelle a favore del nuovo PDM (Partito Di Maio), un partito antidemocratico, opaco, politicamente opportunistico e autoreferenziale.

Lo sostengono i sette ex 5 Stelle del gruppo di Belluno, Faustini, Masoch, Mellere, Messinese, Salvioni, Tessarolo, Tezza.

Antidemocratico, in quanto le sbandierate “parlamentarie”, i cui dati tra le altre nessuno ha potuto verificare, sono state un vero bluff. Infatti, che senso ha far votare in rete per poi “epurare” a giudizio insindacabile del capo.

Opaco perché si mettono in croce, al di là dell’indubbio valore simbolico della scorrettezza, i parlamentari sia che abbiano truccato o sbagliato “le restituzioni”, ma niente si dice sui massoni e gli indagati, i “supercompetenti” prescelti da Di Maio.

Politicamente opportunistico, considerato che i punti programmatici vengono declinati e adattati alla bisogna ad uso e consumo dell’auditorio di turno; se è funzionale si richiama il PGM costruito e votato in rete, ma poi quello che fa testo e quello depositato (vedi sito Ministero degli Interni) di 20 punti che in buona parte lo smentisce e dove,comunque, non vi è traccia di politiche per la montagna e/o per qualsivoglia forma di autonomia, come del resto conferma Paragone in una intervista (Messaggero Veneto 23/2).

Autoreferenziale perché, ormai, il partito e tutte le decisioni sono appannaggio di pochi “capi bastone”, modalità che tanto piace a D’Incà che da sempre ha cercato di applicarla alla realtà locale. Risultato: nel bellunese come in tante altre località, vedi le tante denuncie e abbandoni che in questi giorni stanno fioccando, il M5S è in via di estinzione.

Infine una domanda: ma perché, se è così convinto di aver lavorato tanto bene, non si è candidato all’uninominale ma si è garantito, a meno di una Caporetto, la poltroncina al proporzionale???

Share
- Advertisment -



Popolari

Cordoglio per la morte di Bepi Tormen

«La scomparsa improvvisa di Bepi Tormen ci lascia senza parole. La Provincia perde un validissimo consulente, un ricercatore che da anni collaborava con noi». Il...

Marchon Italia: accordo sindacale sullo smart working

Diritto alla disconnessione, tre giornate massime di smart working alla settimana, flessibilità della prestazione lavorativa. Sono alcuni degli elementi che caratterizzano l'accordo sullo smart...

Caffè pedagogico. Appuntamento on line il 5 e 9 ottobre per genitori con bambini da 0 a 6 anni

Il “Caffè Pedagogico” è un’Associazione culturale costituita nel 2017 da un gruppo di professionisti amanti del mondo dell’infanzia, convinti del valore pedagogico in educazione...

Fondo solidarietà bilaterale artigianato bloccato. Scarzanella: imprenditori senza assegno da maggio

«Il lockdown e la pandemia continuano a mettere in ginocchio il mondo dell'artigianato. La situazione comincia a farsi insostenibile». È quanto afferma la presidente...
Share