13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 27, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Il Cantiere della Provvidenza fa il punto della sperimentazione sulla bachicoltura: “Cantiere...

Il Cantiere della Provvidenza fa il punto della sperimentazione sulla bachicoltura: “Cantiere della Seta: il baco sentinella dell’ambiente”

bachicolturaE’ giunta a conclusione la prima esperienza di rivisitazione dell’antico mestiere della bachicoltura lanciata dal Cantiere della Provvidenza –Società-Persona-Ambiente. La sperimentazione ha visto la sinergia dello staff della Cooperativa con il centro Cra-Api di Padova per il supporto tecnico e la start-up e la collaborazione in rete di imprese e privati.

Moltissimi gli obiettivi raggiunti dal progetto attuato dal Cantiere della Provvidenza in territorio di Santa Giustina, dalla rivalutazione del patrimonio culturale locale, alla creazione di posti di lavoro per persone in situazione di svantaggio nella biodiversità coltivata, ambiti presenti nello statuto della Cooperativa.

La strategia di rete creata dagli attori del progetto, istituzionali, cooperativi e privati, ha innescato un volano che nel futuro potrà avere ripercussioni interessanti dal punto di vista del mercato del lavoro, rilanciando un’imprenditorialità agricola avallata dalle recenti dinamiche dei PAC Europei 2014/2020 e differenziando nelle tematiche dell’impresa etica, le attuali offerte agricole del territorio.

La collaborazione della Cooperativa il Cantiere della Provvidenza con il Cra-Api (Unità di Ricerca per l’Apicoltura e la Bachicoltura) e con il Centro Veneto Agricoltura, potrebbe portare a nuove aperture nei confronti della bachicoltura in provincia di Belluno, prima fra tutte la possibile fruizione dei locali abbandonati del Borgo di Villiago promuovendo il sito a Borgo Solidale e creando una struttura per allevamento bachi che possa essere anche ricettiva all’accoglienza, con laboratori di trasformazione e vendita dei prodotti ed annesso laboratorio didattico.

Il Convegno organizzato congiuntamente con il Comune di Santa Giustina, che si terrà venerdì 4 ottobre presso la tecnostruttura di Piazza Maggiore, dalle 18 alle 19.30, valuterà gli aspetti imprenditoriali e culturali del progetto di bachicoltura varato dal Cantiere della Provvidenza. Le relazioni spazieranno dalla storia della bachicoltura bellunese con lo storico Dino Dal Pan, alle nuove prospettive della bachicoltura riportate dalla responsabile del Cra-Api di Padova, Dottoressa Silvia Cappellozza. Gabriele De Nadai, referente Area Ambiente del Cantiere parlerà invece degli aspetti della sperimentazione, mentre la valenza economica e sociale del progetto sarà descritta da Simone Palma referente Area Sociale del Cantiere. L’apertura degli interventi sarà effettuata dalla Presidente della Cooperativa,Tiziana Martire, mentre le conclusioni saranno affidate a Giustino Mezzalira, Direttore Sez. Ricerca e Gestioni Agro-Forestali di Veneto Agricoltura.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

A Ponte nelle Alpi ci si sposa con il cagnolino al seguito

Ponte nelle Alpi, 27 novembre 2021 - Il Comune di Ponte nelle Alpi permette ai cagnolini di rimanere al fianco degli sposi, nel momento...

La Provincia di Belluno certificata Family Audit per flessibilità e conciliazione tempi di lavoro

Padrin: «La qualità di vita dipende anche dal tempo passato sul luogo di lavoro» Provincia di Belluno a misura di dipendenti. Al termine di un...

Truffe del green pass. Sgominata una banda a Milano dal Nucleo speciale della Guardia di Finanza. Venduto anche in Veneto il lasciapassare contraffatto

Nell’ambito di una complessa e innovativa indagine del IV Dipartimento (Frodi e Tutela del Consumatore – Cybercrime) della Procura della Repubblica di Milano, coordinata...

Sequestrati in Comelico dai carabinieri forestali decine di uccelli detenuti illegalmente

Denunciato il detentore e sequestrati anche dei manufatti idonei alla pratica illagale dell' "uccellagione" Nei giorni scorsi, in Comelico - I Carabinieri Forestali sono intervenuti...
Share