13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Cronaca/Politica Crisi economica e tassazione. Il segretario provinciale della Lega alle imprese bellunesi:...

Crisi economica e tassazione. Il segretario provinciale della Lega alle imprese bellunesi: “Esiste una questione settentrionale e non solamente nazionale”

Diego Vello
Diego Vello

“Ho apprezzato e reputo sia stata una mattinata costruttiva e utile quella organizzata oggi dalle associazioni di categoria del mondo imprenditoriale bellunese in Camera di Commercio” dichiara Diego Vello, segretario provinciale della Lega Nord.

“I dati emersi questa mattina sono l’emblema di un Paese che sta trainando nel baratro anche il Veneto e il Bellunese. Chi ogni giorno mette in liquidazione le imprese è palesemente il mix esplosivo di burocrazia e tasse, un connubio tutto italiano. Una tassazione indecente che con il suo 55% di pressione fiscale sta letteralmente uccidendo le nostre imprese di tasse.

Agli imprenditori dico che come Lega Nord continueremo a perorare la cause di maggiore autonomia dei nostri territori con un occhio di riguardo al mondo del lavoro, credo però che le associazioni bellunesi debbano imparare un concetto che oggi non ho sentito ossia che esiste una questione settentrionale e non solamente nazionale.

Se l’incontro odierno fosse stato organizzato a Catania o Napoli si sarebbe parlato solo di Sud e di mezzogiorno, concentrando gli sforzi sul territorio, a Belluno però si parla un po’ troppo, ancora, di Stato e Italia.

E’ arrivato il momento che anche le forze economiche e produttive del Nord, come di Belluno, si rendano conto che dalle sole regioni Piemonte, Lombardia e Veneto, ogni anno partono oltre cento miliardi di euro che vanno proprio a foraggiare quel Sud che è zavorra e mina lo sviluppo delle nostre imprese.

Alla sinistra progressista e globalizzata che in questi anni criticava la Lega Nord sui concetti più basilari del federalismo definendoci medievali e arretrati dico che questi sono i risultati del loro iper-centralismo, oggi paradossalmente caldeggiato anche da uno pseudo liberale come Monti.

Se parte di questi cento miliardi restassero in loco – conclude Vello – non ci sarebbe bisogno di nessun antidoto contro la crisi, infatti basterebbe reinvestire quello che già produciamo. Concetti semplici ma a volte essenziali per rilanciare anche le imprese del Nord”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Fuga di infermieri e operatori sanitari dalle Case di riposo verso la Uls. Il tema del’OSS specializzato

Contratti di assunzione vantaggiosi e questioni di contagio hanno determinato nei mesi scorsi la fuga degli infermieri e degli operatori sanitari dalle case di...

La Granfondo Dobbiaco-Cortina cambia programma

La gara del circuito Visma Ski Classics slitta a domenica. Sabato gara in tecnica classica per atleti di interesse nazionale a partire dalle 10. Domenica...

Concorso anestesisti. Interrogazioni in Consiglio regionale e in Parlamento. Il PD provinciale vuole fare luce sulle criticità della sanità bellunese

Belluno, 22 gennaio 2021  -  Il gruppo consiliare del Partito democratico presenterà a breve un'interrogazione per fare chiarezza sulla mancata richiesta di anestesisti da parte...

Inaugurata la Scuola dell’infanzia statale a Chies d’Alpago

Si è tenuta oggi l'inaugurazione ufficiale della Scuola dell’Infanzia statale di Chies d'Alpago, con il taglio ufficiale del nastro da parte degli stessi bambini...
Share