13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 29, 2020
Home Cronaca/Politica Riunione dei rappresentanti dei comitati referendari di Rocca Pietore, Falcade, Canale d’Agordo,...

Riunione dei rappresentanti dei comitati referendari di Rocca Pietore, Falcade, Canale d’Agordo, Taibon, Agordo, Rivamonte, Gosaldo, Cencenighe, Vallada, Voltago

Venerdì 12 ottobre alle 19:30 i rappresentanti dei comitati referendari di Feltrino e Agordino si sono incontrati a Canale d’Agordo per discutere l’avanzamento dei vari iter e la nascita di nuovi comitati.

Sono state trattati in particolare le motivazioni e gli obbiettivi dei referendum, legati all’accorpamento alla vicina Treviso, e il decreto salva Italia del 9 aprile, che ci ha portato al commissariamento prolungato. “Impugnare per l’ennesima volta l’art.132 diventa, in questo determinato momento storico, l’unico modo costituzionale democratico per contrattare in Parlamento il mantenimento di Belluno come ente amministrativo separato dalle macroprovince Venete. Sia chiaro che una provincia tale e quale alla presente non ci serve a molto, esigiamo bensì delle deroghe di specificità riconosciute dall’art.15 dello Statuto Regionale. La contemporaneità e l’unitarietà dei referendum ci devono presentare come forza compatta, se dovessero invece diventare motivo di disgregazione tra le comunità meglio non farli”.

I rappresentanti hanno in seguito firmato 2 lettere, destinate all’amministrazione comunale di Feltre con esortazione alla delibera di referendum e alle massime cariche dello Stato con un quadro della drammatica situazione politica vigente e richiesta di mantenimento di Belluno come Provincia montana.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Belluno, controlli anticovid del sabato sera. Assembramenti in via Sottocastello. Sanzionati due locali

Continuano in modo serrato i servizi straordinari interforze di controllo del territorio disposti in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. De Carlo: “Strategia contro il territorio che annulla ogni forma di rappresentanza”

“La proposta di centralizzazione delle concessioni idroelettriche avanzata dal Partito Democratico fa parte di una strategia contro il territorio che punta ad annullare ogni...

Idroelettrico. Bond (FI): «Il tentativo di romanizzare le grandi concessioni è scandaloso. Mi opporrò senza se e senza ma»

«Chi vuole riproporre la centralizzazione della gestione idroelettrica fa il male della montagna. Il tentativo di espropriare i territori delle loro ricchezze, in questo...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. Bona: “Il governo punisce la montagna”

«Si è capito che questo governo ce l'ha con le regioni e con i territori periferici. Dopo il silenzio sull'autonomia, dopo i tentativi di...
Share