13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Prima Pagina Passaggi di proprietà sui veicoli. Cambia il criterio, a decidere la provincia...

Passaggi di proprietà sui veicoli. Cambia il criterio, a decidere la provincia destinataria dell’imposta ora è la residenza dell’acquirente

Uffici Aci, Motorizzazione e agenzie automobilistiche bloccati per l’intera giornata oggi per adeguamento del software a seguito dell’entrata in vigore del  decreto che ha modificato la regola sul gettito dell’ Ipt (Imposta provinciale di trascrizione), la tassa che le province incassano sull’iscrizione dei veicoli al Pubblico registro automobilistico e sulle trascrizioni della proprietà. Il Decreto legge n.174 del 10.10.2012 “Disposizioni urgenti in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali, nonché ulteriori disposizioni in favore delle zone terremotate nel maggio 201” pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.237 del 10.10.2012, infatti, stabilisce che a decidere l’aliquota da applicare ora è la residenza dell’acquirente e non più quella del venditore. La norma non tocca i veicoli nuovi, tassati già con imposta stabilita dalla provincia di residenza dell’acquirente. Mentre sui passaggi di proprietà e anche su tutte le altre formalità soggette ad imposta (iscrizione e cancellazione di ipoteca e privilegio, patto di riservato dominio) vale il nuovo principio secondo cui è la residenza di chi acquista nel caso di persone fisiche e della sede legale per le società a determinare l’imposta da applicare. Considerato che solo Aosta, Bolzano, Prato e Trento hanno mantenuto l’aliquota base di Ipt e tutte le altre hanno applicato aumenti fino al 30% (vedasi tabella Aci Ipt: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/costi-per-la-registrazione-al-pra/percentuali-di-maggiorazione-dellipt.html ) e che qualche società proprietaria di grandi flotte automobilistiche aveva portato la propria sede legale in quelle province, sottraendo il gettito alla provincia dove avevano sede naturale a favore delle provincie più morigerate che attraevano così i grossi gruppi di leasing e autonoleggio. Festa per metà finita, visto che il nuovo rimane come prima, ma l’usato ora sarà tassato con la nuova regola, ossia a favore della provincia dove risiede l’acquirentechi acquista.

Share
- Advertisment -


Popolari

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...

Serrande abbassate dopo le 18, l’allarme di Confartigianato. Gaggion: «Penalizzati rispetto alla grande distribuzione»

Tutto chiuso dopo le 18: vale per i bar e i pub, i ristoranti e le pasticcerie. Le disposizioni contenute nel nuovo Dpcm non...
Share