13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 23, 2020
Home Cronaca/Politica Finanziati i progetti di recupero dei beni della Grande guerra

Finanziati i progetti di recupero dei beni della Grande guerra

Marino Zorzato

Interventi di recupero e valorizzazione di beni della Prima Guerra Mondiale sono stati finanziati dalla giunta regionale, su proposta del vicepresidente e assessore alla cultura Marino Zorzato, per un importo complessivo di 400 mila euro.

“E’ la legge regionale n. 43/1997 – fa presente lo stesso Zorzato – a prevedere misure di sostegno finanziario per Comuni e Comunità Montane in relazione a interventi di recupero e valorizzazione di beni del patrimonio storico della Grande Guerra. Il riparto delle risorse disponibili è avvenuto a conclusione dell’istruttoria delle domande pervenute a seguito di un bando pubblico, che ha avuto un buon riscontro in termini di adesione e proposte progettuali. Entro il termine di scadenza fissato, sono infatti pervenuti complessivamente 26 progetti che hanno evidenziato una positiva rispondenza alle finalità della legge, anche se molte proposte di intervento hanno una dimensione più locale che di carattere sistemico e compartecipato, com’era auspicato”.

Il provvedimento della giunta veneta assegnando i contributi ha previsto anche che i soggetti risultati beneficiari concludano gli interventi entro il 30 giugno 2014.

 

Questi i progetti finanziati con le risorse disponibili (in ordine di graduatoria):

 

– Comunità Montana Feltrina: Interventi di censimento, recupero e valorizzazione di beni della Grande Guerra (Museo di Feltre; Aeroporto di Santa Giustina; Cannone a Seren del Grappa; Museo di Alano di Piave) (contributo 67.979 euro);

– Comunità Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni: Progetto per la valorizzazione dei luoghi della Grande Guerra nelle Prealpi Vicentine (contributo 30.800 euro);

– Comunità Montana Centro Cadore: Interventi di recupero e valorizzazione di beni della Grande Guerra nei Comuni di Auronzo (Monte Agudo), Lozzo (Pian dei Buoi), Pieve (Col Vaccher), Vigo (Monte Tudaio) (contributo 79.700 euro);

– Comune di Sernaglia della Battaglia: La Grande Guerra da ponte a ponte. Recupero e valorizzazione di manufatti della prima linea austriaca (contributo 70.970 euro);

– Comunità Montana Valle del Boite: Progetto di ripristino della Strada Militare del Genio Sentiero CAI 230 Resinego de Sora Forcella Piria (contributo 80.000 euro);

– Comune di Venezia: Recupero dell’ex batteria di artiglieria nord est della cinta esterna di Forte Marghera (contributo 70.550 euro).

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Aperto alla Fiera di Padova il Salone auto e moto d’epoca. Inaugurazione ufficiale venerdì mattina alle 11

Oggi è il giorno di Auto e Moto d’Epoca a Padova. Uno dei più importanti appuntamenti internazionali dedicati ai veicoli storici apre i...

Ordinanza sugli orari di sale slot. Il Tar dà ragione al Comune di Belluno e respinge la richiesta di sospensiva

Nuova vittoria del Comune di Belluno al tribunale amministrativo in materia di gioco d'azzardo: la Terza Sezione del TAR Veneto ha infatti respinto la...

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum Belluno Treviso, l'Associazione dei consumatori promossa dalla Cisl. 50 anni, trevigiano, residente ad Auronzo di Cadore,...

A Cancia è arrivata la briglia “Sabo dam”. Bortoluzzi: «Entro fine anno l’installazione»

Lavori in dirittura d'arrivo a Borca di Cadore. Nei giorni scorsi è arrivata la struttura componibile della briglia "Sabo dam", l'opera principale dell'imponente lavoro...
Share