13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Cronaca/Politica 850mila euro dalla Regione a imprese e cooperative, per facilitare la flessibilità...

850mila euro dalla Regione a imprese e cooperative, per facilitare la flessibilità nel lavoro. A Feltre 35mila euro alla Cooperativa sociale portaperta onlus, 35mila alla Società nuova cooperativa sociale di Belluno e 15mila alla Camera di Commercio

Remo Sernagiotto

Offrire strumenti per conciliare il lavoro, la famiglia e la vita privata. Questo l’obiettivo del provvedimento approvato dal governo veneto che ha assegnato un contributo di 850 mila euro a 42 tra imprese, cooperative, aziende sanitarie, enti pubblici, come previsto dalla deliberazione regionale del dicembre scorso sugli incentivi alle aziende ‘Family friendly’, che puntano cioè alla flessibilità negli orari e nell’organizzazione del lavoro e introducono nuove soluzioni come banca del tempo, part-time, servizi alle famiglie all’interno delle aziende. Ne dà notizia l’Assessore ai servizi sociali Remo Sernagiotto che ha proposto l’atto di concerto con la collega alle pari opportunità Marialuisa Coppola. “Il contributo – spiega Sernagiotto – si riferisce allo specifico fondo regionale 2012 e fa parte di una strategia complessiva sviluppata dalla Regione Veneto per coinvolgere i diversi soggetti sociali verso il comune obiettivo di un maggior benessere familiare e di una maggior competitività delle imprese, nell’ottica di una reciproca sussidiarietà”. Gli interventi finanziati si inscrivono in due ambiti: il primo, il sostegno alla flessibilità degli orari e dell’organizzazione del lavoro per le lavoratrici/tori o nuove soluzioni tipo banca delle ore, part-time, etc, 28 interventi finanziati con 740 mila euro; il secondo, la facilitazione per il rientro al lavoro di lavoratrici che abbiano usufruito del congedo parentale o che necessitino di conciliare lavoro e famiglia con acquisto di attrezzature tecnologiche e altro, 14 aziende finanziate con 110 mila euro.

A livello di suddivisione provinciale le aziende cui sono stati assegnati i contributi sono le seguenti: PROVINCIA DI BELLUNO: Feltre, cooperativa sociale portaperta onlus, 35 mila euro; Belluno, Società Nuova Cooperativa Sociale, 35 mila euro;Belluno, Camera di Commercio, 15 mila euro; PROVINCIA DI TREVISO: Biadene di Montebelluna, Geox spa, 35 mila euro; Montebelluna, Una casa per l’uomo, sociaetà cooperativa sociale, 10 mila euro; Montebelluna, Castel Monte Società Cooperativa, 35 mila euro; Motta di Livenza. Ospedale riabilitativo di alta specializzazione, 35 mila euro; Il Sestante cooperativa sociale, 10 mila euro; PROVINCIA DI VICENZA: Schio, Mano Amica società cooperativa sociale, 35 mila euro; Bassano del Grappa, Baxi spa, 35 mila euro e Etra spa, 20 mila euro;; Montecchio Maggiore, Lowara srl Unipersonale, 35 mila euro; Vicenza, Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto, 10 mila euro; Mussolente, Fiore Technologies spa, 7 mila euro; Pove del Grappa, Fineco Innovazione, 7 mila euro; Valdagno, Centro servizi sociali Villa Serena, 4 mila euro; PROVINCIA DI VERONA: Azienda ospedaliera universitaria integrata, 35 mila euro; Legnago, Azienda Ulss n.21, 35 mila euro; Sommacampagna, “I Piosi” sociale cooperativa sociale, 35 mila euro; Verona, Recchia ambulatorio polispecialistico, 35 mila euro; Verona, Acque veronesi scarl, 20 mila euro; Verona, Berner spa, 20 mila euro; Verona, Azienda ospedaliera universitaria integrata, 10 mila euro; Legnago, Azienda Ulss n.21, 10 mila euro; Verona, Fairtrade TransFair Italia, 10 mila euro; Verona, Forum Media Edizioni, 7 mila euro; PROVINCIA DI PADOVA: Padova, Azienda Ospedaliera di Padova, 35 mila euro; Selvazzano dentro, C.C.S. consorzio cooperative sociali, 20 mila euro; Este, Servizi educativi cooperativa sociale, 20 mila euro; Padova, Provincia di Padova, 15 mila euro; San Giorgio delle Pertiche, Confezioni Volpato, 15 mila euro; Monselice, Comune di Monselice, 10 mila euro; Padova, Azienda Ospedaliera, 10 mila euro; Selvazzano Dentro, C.C.S. 7 mila euro; PROVINCIA DI ROVIGO; Il raggio verde cooperativa sociale, 20 mila euro; PROVINCIA DI VENEZIA: Telecom Italia spa, 35 mila euro; Camponogara, Automazione Veneto, 35 mila euro; Noale, Stireria Barin snc, 20 mila euro; Jesolo, Comune di Jesolo, 7 mila euro; Venezia, ESU, 7 mila euro; Martellago, Studio Zeta, 4 mila euro.

Share
- Advertisment -


Popolari

Confcooperative Belluno e Treviso: i prodotti delle coop agroalimentari aiutano le famiglie bellunesi in difficoltà

L’associazione di categoria ha sposato il progetto “La povertà a casa nostra”, promosso da Insieme si può, in occasione di Scoop!: durante la festa...

Treviso nega il patrocinio al convegno di Crisanti. Zanoni: “Nello Zaiastan è vietato criticare il Doge”

Treviso, 20 ottobre 2020   "È vergognoso che la Giunta di Treviso ritiri il patrocinio a un convegno dell'Ateneo di Treviso sulla pandemia perché la...

Olimpiadi invernali 2026. Fondazione Milano Cortina, Confindustria Lombardia e Confindustria Veneto siglano due protocolli d’intesa

Con Assolombarda, Confindustria Lecco e Sondrio e Confindustria Belluno Dolomiti, coinvolte le eccellenze dei territori che ospiteranno gli eventi sportivi. Fare sinergia e attivare...

La Lega perde un consigliere in consiglio comunale di Belluno, Andrea Stella va con Fratelli d’Italia

Andrea Stella, figura di spicco della Lega di Belluno nella quale milita dal 2007 e all'interno della quale ha ricoperto vari ruoli, lascia il...
Share