13.9 C
Belluno
lunedì, Luglio 15, 2024
HomeCronaca/PoliticaRecuperato il corpo dell'alpinista morto sull'Antelao

Recuperato il corpo dell’alpinista morto sull’Antelao

Malgrado l’ostacolo creato dalle forti raffiche si vento, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è riuscito a recuperare il corpo di R.M., 56 anni, di Venezia, precipitato nel primo pomeriggio sul monte Antelao, comune di Calalzo di Cadore. Prima dell’incidente, l’uomo stava scendendo con un amico dalla variante Lindemann alla normale alla montagna. A circa 2.700 metri di altitudine stava predisponendo gli ancoraggi per superare un salto di roccia con le corde doppie, quando è scivolato, cadendo nel vuoto e finendo in un buco scavato dall’acqua di una cascata. In quell’anfratto, sei tecnici del Soccorso alpino di Pieve di Cadore e San Vito di Cadore, trasportati in quota dall’elicottero del Suem, si sono attrezzati a scendere per circa 8 metri, sotto il getto gelato della cascata, rischiando principi di ipotermia. L’eliambulanza, prima che il vento impedisse a lungo altri avvicinamenti, è riuscita a imbarcare il compagno dell’uomo, con 50 metri di verricello, per trasportarlo fino al rifugio Scotter. Poco fa le condizioni meteo hanno finalmente permesso all’elicottero di recuperare la barella con la salma, con un verricello di 5 metri, e i soccorritori in hovering.

- Advertisment -

Popolari