13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 24, 2024
HomeCronaca/PoliticaSospensione linea ferroviaria Ponte nelle Alpi-Calalzo. Reolon: “dov'è finito il tavolo Provincia-Regione-Trenitalia”?...

Sospensione linea ferroviaria Ponte nelle Alpi-Calalzo. Reolon: “dov’è finito il tavolo Provincia-Regione-Trenitalia”?

Sergio Reolon
Sergio Reolon

“Hanno ragione a preoccuparsi, i Sindaci della montagna. La loro mobilitazione nei confronti di Trenitalia non è solo legittima: è doverosa, e sacrosanta. Condividere le angosce dei cittadini è inevitabile: sono anni che la linea funziona a singhiozzo. Una risposta è necessaria, perché avere o non avere un servizio di trasporto ferroviario in una zona già difficile come la nostra fa la differenza”. Così dice Sergio Reolon, consigliere regionale Pd: “Credo sia un atto di grande responsabilità nei confronti del territorio e di chi lo abita la presa di posizione non solo dei Sindaci, ma anche delle categorie produttive”. La questione è già stata portata a palazzo Balbi dallo stesso consigliere Reolon: “Già il 23 settembre, cioè a dieci giorni di distanza dall’inizio della sospensione del servizio ferroviario tra Ponte nelle Alpi e Calalzo, ho posto al Consiglio Regionale una interrogazione in merito. Come intende muoversi la Giunta affinché il servizio sia ripreso al più presto e migliorato? Ad oggi l’assessore Chisso non ha ancora dato una risposta ai Bellunesi. Se i Sindaci e gli abitanti paventano una dismissione del servizio ferroviario non sono solo fantasmi: lo stillicidio a cui è sottoposto il treno del Bellunese fa pensare a tutto, meno che a un rilancio. E questa non è una sensazione, ma una realtà che pesa ad ogni viaggio sulle spalle dei pendolari, degli studenti; di tutti quei cittadini che del treno si servono: e che dovrebbero avere la stessa accessibilità al trasporto ferroviario di cui godono tutti gli altri cittadini del Veneto”. Conclude Sergio Reolon: “Si parla tanto di sviluppo economico sostenibile: l’asse ferroviario Venezia-Cortina è una risorsa concreta, una spina dorsale per lo sviluppo, anche turistico, della nostra provincia. Nel frattempo, Trenitalia ha posticipato di due settimane lo stop, previsto inizialmente fino a fine ottobre. Allora mi chiedo anche:  dove è finito il tavolo Provincia-Regione-Trenitalia?”

- Advertisment -

Popolari