13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 24, 2021
Home Cronaca/Politica Sospensione linea ferroviaria Ponte nelle Alpi-Calalzo. Reolon: “dov'è finito il tavolo Provincia-Regione-Trenitalia”?...

Sospensione linea ferroviaria Ponte nelle Alpi-Calalzo. Reolon: “dov’è finito il tavolo Provincia-Regione-Trenitalia”?

Sergio Reolon
Sergio Reolon

“Hanno ragione a preoccuparsi, i Sindaci della montagna. La loro mobilitazione nei confronti di Trenitalia non è solo legittima: è doverosa, e sacrosanta. Condividere le angosce dei cittadini è inevitabile: sono anni che la linea funziona a singhiozzo. Una risposta è necessaria, perché avere o non avere un servizio di trasporto ferroviario in una zona già difficile come la nostra fa la differenza”. Così dice Sergio Reolon, consigliere regionale Pd: “Credo sia un atto di grande responsabilità nei confronti del territorio e di chi lo abita la presa di posizione non solo dei Sindaci, ma anche delle categorie produttive”. La questione è già stata portata a palazzo Balbi dallo stesso consigliere Reolon: “Già il 23 settembre, cioè a dieci giorni di distanza dall’inizio della sospensione del servizio ferroviario tra Ponte nelle Alpi e Calalzo, ho posto al Consiglio Regionale una interrogazione in merito. Come intende muoversi la Giunta affinché il servizio sia ripreso al più presto e migliorato? Ad oggi l’assessore Chisso non ha ancora dato una risposta ai Bellunesi. Se i Sindaci e gli abitanti paventano una dismissione del servizio ferroviario non sono solo fantasmi: lo stillicidio a cui è sottoposto il treno del Bellunese fa pensare a tutto, meno che a un rilancio. E questa non è una sensazione, ma una realtà che pesa ad ogni viaggio sulle spalle dei pendolari, degli studenti; di tutti quei cittadini che del treno si servono: e che dovrebbero avere la stessa accessibilità al trasporto ferroviario di cui godono tutti gli altri cittadini del Veneto”. Conclude Sergio Reolon: “Si parla tanto di sviluppo economico sostenibile: l’asse ferroviario Venezia-Cortina è una risorsa concreta, una spina dorsale per lo sviluppo, anche turistico, della nostra provincia. Nel frattempo, Trenitalia ha posticipato di due settimane lo stop, previsto inizialmente fino a fine ottobre. Allora mi chiedo anche:  dove è finito il tavolo Provincia-Regione-Trenitalia?”

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente all’ambulanza del Suem

Ponte nelle Alpi, 24 gennaio 2021 - Alle 9:30 di questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti lungo la SS 51 in via...

Ricognizione sul territorio. Padrin: «Il problema maggiore riguarda le risorse; le nevicate hanno esaurito i budget dei Comuni montani»

Dopo l'ultimo episodio di maltempo, la Provincia ha voluto capire quale fosse la situazione sul territorio. Soprattutto in montagna, dove sono caduti dai 30...

Una task force di medici e amici del Rotary per sconfiggere il Covid-19

Sono oltre un centinaio i soci del Rotary del Triveneto, medici e non solo, che hanno aderito ad End Covid Now, offrendo la propria...

Covid, “zona Sudtirol”. Bond (FI): «Bolzano ancora una volta fa quello che vuole. Assurdo, soprattutto per i territori contermini»

«Il governo sa che oltre a rossa, arancione e gialla esiste anche la "zona Sudtirol"? E lo sa che a Bolzano fanno quello che...
Share