13.9 C
Belluno
venerdì, Luglio 23, 2021
Home Cronaca/Politica Prolungamento dell'autostrada A27 fino a Macchietto. Chisso assicura che il Passante Alpe...

Prolungamento dell’autostrada A27 fino a Macchietto. Chisso assicura che il Passante Alpe Adria sarà pronto per il 2016-2017

Renato Chisso
Renato Chisso

Circa 21 chilometri di autostrada alpina, per oltre la metà in galleria; un grande passo del Veneto e del Bellunese verso l’Europa, un’opera che avvicinerà ulteriormente al mondo intero le Dolomiti, patrimonio ambientale dell’umanità. E’ questo il valore del cosiddetto Passante Alpe Adria, nome originario del project financing del quale oggi l’assessore alle politiche della mobilità del Veneto Renato Chisso, accompagnato dai tecnici e dai progettisti, ha presentato alle comunità locali interessate lo Studio d’Impatto Ambientale (SIA). Si tratta in sostanza del prolungamento dell’autostrada A 27 da Pian di Vedoia fino a Macchietto (Perarolo di Cadore), quasi nel cuore del Cadore, sul quale gli enti locali hanno manifestato ampio assenso, accompagnato dalla richiesta di fare presto e di non farsi fermare da nessuno. “E’ l’avvio concreto di un’ulteriore fase di un sogno che abbiamo – ha commentato Chisso – quello di proseguire a nord, verso l’Europa: questa è la parte fattibile, che dipende solo da noi, che ha l’assenso di tutti, che è già stata valutata positivamente da tutti gli organismi interessati. Si parte – ha detto ancora Chisso – e nei prossimo 60 giorni chiunque ne abbia interesse potrà presentare osservazioni, che saranno valutati dalla Commissione regionale di Valutazione di Impatto Ambientale regionale. Poi si passerà all’approvazione del progetto preliminare da parte del CIPE. Dopo di che andremo in gara europea per individuare a chi affidare la gestione e la realizzazione, che è prevista in quattro anni. Tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 l’opera sarà terminata: modernissima, senza barriere e con una modernissima forma di esazione, sicura, utile a tutti, speriamo con il massimo allargamento della gratuità per i residenti”. La realizzazione del Passante Alpe Adria, che comporterà un investimento da 1,2 miliardi di euro senza nessun costo per le casse pubbliche, “va anche colto come occasione per dare risposta alle richieste di infrastrutturazione delle comunità locali – ha detto Chisso – rispetto alle quali c’è la disponibilità della Regione a intervenire, anche verso l’Anas e il Governo, per risolvere le situazioni di pesantezza segnalate”.
Dal punto di vista delle procedure, l’intervento è inserito in Legge Obiettivo. L’opera avrà tre svincoli: quello all’altezza di Pian di Vedoia, a Longarone e, appunto, a Macchietto a Pian de l’Abate. Il tracciato interessa i Comuni bellunesi di Longarone, Castellavazzo, Ospitale di Cadore e Perarolo di Cadore. La lunghezza complessiva dell’asse principale è di circa 20,7 km. La sezione viaria sarà a due corsie per senso di marcia con corsia di emergenza.

Share
- Advertisment -

Popolari

Green Pass. Doglioni: “Ennesimo pasticcio all’italiana”

“Stento a credere che si sia potuti arrivare ad un’aberrazione simile”. Paolo Doglioni, presidente di Confcommercio Belluno, non usa mezzi termini riguardo alle prime notizie...

Ponte nelle Alpi. Approvati i bandi per lo sfalcio dell’erba e l’eliminazione dell’amianto. Novità per il mercato di prodotti locali

I vertici amministrativi del Comune di Ponte nelle Alpi, hanno promosso un bando orientato allo sfalcio dei prati: entro il 31 ottobre, i soggetti...

Ricciardi tra i sostenitori del Nutriscore. De Carlo: “Rimuoverlo dal Ministero della Salute e fare chiarezza sulla posizione dell’Italia”

Un documento firmato da 269 scienziati europei inviato alla Commissione Europea per chiedere di implementare il Nutriscore, e tra questi anche Walter Ricciardi, consigliere...

Buono libri. Approvato il nuovo bando regionale. Donazzan: “Confermiamo la misura a sostegno del diritto allo studio”

Venezia, 23 luglio 2021  La Giunta Regionale, su proposta dell’Assessore all’istruzione Elena Donazzan, ha approvato il nuovo bando per la concessione del contributo regionale “Buono...
Share