13.9 C
Belluno
sabato, Gennaio 16, 2021
Home Cronaca/Politica Ritrovato morto nel torrente Cordevole il pescatore 72enne scomparso ieri

Ritrovato morto nel torrente Cordevole il pescatore 72enne scomparso ieri

E’ stato trovato senza vita il pescatore uscito ieri sera di casa alle 20 diretto al torrente Cordevole e mai più rientrato. Il corpo è stato individuato sott’acqua, dopo che, grazie alla disponibilità dell’Enel, è stata fatta abbassare la portata dell’affluente del Piave. L’allarme per il mancato rientro di R.D.M., 72 anni, di Santa Giustina è stato lanciato nella notte dai famigliari preoccupati della sua assenza. Attorno alle 4.30 le squadre del Soccorso alpino di Feltre hanno iniziato la sua ricerca, rinvenendone l’auto parcheggiata in località Fant, 500 metri sopra la confluenza del Cordevole nel Piave. Lungo la sponda, nel lato destro scendendo verso il fiume, i soccorritori hanno visto la postazione da dove l’uomo è scivolato, con la canna da pesca infilata tra i sassi. Cento metri più in basso è stato trovato il suo cestino, e ancora più a valle una calzatura. In questi giorni il livello del torrente è molto alto e nelle anse si formano grosse vasche profonde. Le squadre, cui si sono aggiunti la Stazione di Belluno e i volontari di Protezione civile, hanno percorso lunghi tratti sia del Cordevole, che del Piave, comprese diverse diramazioni, fino a Busche, mentre i gommoni dei vigili del fuoco effettuavano la ricerca in acqua. Alle 8.15, l’elicottero del Suem di Treviso, dopo aver imbarcato un tecnico di Feltre, ha effettuato un sopralluogo dall’alto lungo l’asta, ma pur essendo molto limpido, la visibilità del corso d’acqua era limitata nelle zone più profonde e non è emersa nessuna traccia dell’uomo. I soccorritori hanno quindi deciso di chiedere all’Enel se fosse possibile ridurre la portata del torrende dalla diga del Mis. La
risposta è stata subito positiva e nel giro di  un’ora la quantità d’acqua si è dimezzata. Un conoscente del pescatore, che lo aveva cercato con i soccorritori tutta la notte, ne ha allora visto emergere il corpo in un tratto prima sommerso. La salma è stata quindi ricomposta, recuperata e affidata al carro funebre.

Share
- Advertisment -

Popolari

Petizione al sindaco di Belluno: no alla strada a scorrimento veloce vicino a scuole e case

"Oggi abbiamo consegnato al Sindaco della nostra città 552 firme di cittadini che chiedono all’Amministrazione Comunale di lasciar decadere una volta per tutte il...

Vertice Provincia-Enel. Padrin: «Abbiamo parlato di fasce di rispetto, presidi territoriali e investimenti futuri. Grazie al ministro D’Incà per aver fatto da tramite»

A seguito dell'incontro a Roma di metà dicembre, la Provincia di Belluno ha tenuto venerdì scorso in videoconferenza una riunione con i vertici di...

Calalzo di Cadore, piano di sviluppo per l’area di Lagole. De Carlo: “Reperire risorse per la gestione e un concorso di idee per sostenere...

Il Comune di Calalzo di Cadore punta ancora forte sull'area di Lagole: "Stiamo lavorando a un progetto che ne migliori la fruibilità e ci...

Video del Soccorso alpino e Cai: “Scegliete un’altra montagna, meno rischiosa ma non meno coinvolgente”

Milano, 16 gennaio 2020  "Scegliete un'altra montagna: meno rischiosa, ma non meno coinvolgente". Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e il Club alpino italiano...
Share