13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 4, 2020
Home Riflettore In un cartoon la storia del Leone di San Marco scritta dagli...

In un cartoon la storia del Leone di San Marco scritta dagli alunni della Scuola “Vittorino da Feltre ” , premiati oggi in Regione

C’è una storia alternativa del Leone Alato di San Marco, simbolo di Venezia e del Veneto. L’hanno scritta a più mani gli alunni della classe 5ª della Scuola Primaria “Vittorino da Feltre” di Feltre (Belluno), affiancati dai loro più giovani “colleghi” di 4ª che hanno invece disegnato il “protagonista” dell’avventura. Con i loro elaborati, i ragazzi hanno vinto concorso regionale “Un leone molto animato”, indetto dalla Regione per il corrente anno scolastico nell’ambito della seconda edizione del progetto didattico “In lingua veneta”. Stamani i giovani vincitori, accompagnati dalle maestre Angelina Barduca, Paola Cadorin, Elena Cassol, Annalisa Cescato, Daniela Cingolani, Alessia Perrone, e dal dirigente scolastico Plinio Zatta, sono stati ricevuti a Palazzo Balbi di Venezia dal vicepresidente della Giunta regionale, che si è congratulato per la fantasia, l’impegno e l’ottimo lavoro. Quest’ultimo è ora nelle mani del Gruppo “Alcuni” di Treviso, che stanno trasformando vicenda e Leone marciano in un cartone animato, che sarà presentato in tutte le province il 25 marzo prossimo, “Festa del popolo veneto”, istituita da una legge regionale in corrispondenza nella data leggendaria dei natali di Venezia, avvenuta nel 421 dopo Cristo. Il concorso “Un leone molto animato” si è rivolto ai ragazzi delle scuole primarie del Veneto, invitati appunto a reinterpretare il Leone di San Marco creando una storia da trasformare in cartoon. La vicenda ideata dai ragazzi della “Vittorino da Feltre” nasce da una sorta di collage sulla base di quattro avventure diverse, create da altrettanti gruppi. Ne è venuta fuori un’opera collettiva scritta in italiano e in lingua veneta, che narra in termini decisamente “innovativi” la nascita del simbolo veneziano. Oggi l’hanno anticipata al vicepresidente e siamo in grado di raccontarne alcuni contenuti. Dall’Egitto giunge a Venezia un leone; i doganieri veneti avvertono le autorità e queste decidono di rimandarlo a casa. Viene chiamato uno speziale, la cui pozione, anziché addormentare l’animale per poterlo rimettere a bordo della nave, gli fa crescere le ali. Viene allora chiamato un mago… Il resto andatelo a vedere il 25 marzo prossimo. La creatività dimostrata – ha sottolineato il vicepresidente della Giunta – ci fa capire la saldezza delle radici del patrimonio linguistico e culturale del Veneto, attorno al quale si riconoscono l’identità di un popolo e delle sue tradizioni. Il presidente della Provincia di Belluno, Gianpaolo Bottacin, rivolge agli studenti della scuola “”Vittorino da Feltre”” i più vivi complimenti per il premio al concorso “Un leone molto animato”, che rientra nel progetto didattico regionale “In lingua veneta”. «Un plauso ai ragazzi ed anche ai loro insegnanti che li hanno supportati nella riuscita degli elaborati – ha commentato Bottacin – . È importante che i giovani imparino, anche attraverso questi progetti che esaltano la creatività, il valore della loro cultura e delle loro radici».

Share
- Advertisment -

Popolari

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...
Share