13.9 C
Belluno
lunedì, Settembre 21, 2020
Home Cronaca/Politica Confindustria Belluno Dolomiti diventa azionista della Società per l'autostrada di Alemagna. Dopo...

Confindustria Belluno Dolomiti diventa azionista della Società per l’autostrada di Alemagna. Dopo trent’anni si riparla della Venezia-Monaco

Valentino Vascellari presidente Confindustria Belluno Dolomiti
Valentino Vascellari presidente Confindustria Belluno Dolomiti

Confindustria Belluno Dolomiti è entrata ieri formalmente a far parte della Società per l’Autostrada di Alemagna Spa, acquistando una partecipazione societaria pari al 2,6% della quota capitale. Con questa mossa, l’Associazione che riunisce gli industriali della provincia di Belluno afferma ancora una volta di credere fortemente nell’importanza strategica di dare uno sbocco verso nord alla Regione Veneto. “E’ un’occasione da non perdere” – ammonisce Valentino Vascellari Presidente di Confindustria Belluno Dolomiti – “la Regione Veneto sta dimostrando apertamente di volere il proseguimento dell’A27: ha tutto il nostro sostegno, perché si tratta di un’opera che avrà una grande funzionalità per l’economia e la vita in provincia di Belluno. Ora si tratta di fare un passo in più e di dare una prospettiva al prolungamento dell’autostrada A27, con uno sbocco che permetta alla provincia e alla regione di collegarsi direttamente ai territori limitrofi”– conclude Vascellari. La Società per l’Autostrada di Alemagna Spa è stata fondata nel 1960 allo scopo di promuovere la realizzazione di un’infrastruttura che collegasse direttamente Venezia con Monaco di Baviera. Fanno parte della compagine societaria più di cento soggetti fra amministrazioni pubbliche e associazioni di categoria. La provincia di Belluno è ben rappresentata anche nel Consiglio di Amministrazione, di cui fanno parte la Camera di Commercio, la Provincia, il Comune di Belluno, la Comunità Montana Agordina.  Con l’ingresso di Confindustria Belluno Dolomiti viene rafforzato anche dal mondo economico bellunese il sostegno alla realizzazione di un’opera che consegni finalmente anche al Veneto, com’è per le Regioni confinanti, un collegamento esterno diretto verso i flussi di merci e turisti provenienti dall’Europa continentale.

Share
- Advertisment -



Popolari

Verona, elezioni suppletive al Senato. Trionfo di De Carlo che ricorda Bertacco: “Il centrodestra unito è inarrestabile; questo esecutivo non risponde più alla nazione”

Luca De Carlo è stato eletto senatore. E' il primo nella storia a ricoprire il ruolo di deputato e senatore nel corso della stessa...

Accesso ai servizi Inps. Collaborazione con la Provincia, Comuni e Unioni montane

E' stata presentata questa mattina a Palazzo Piloni, sede della Provincia, l'accordo di collaborazione tra Inps, Amministrazioni comunali locali del territorio e Unioni montane....

Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600 membri, 345 in meno dell’attuale

I dati non sono ancora noti, ma le proiezioni non lasciano dubbi. Davvero qualcuno poteva credere che il popolo sovrano si precipitasse in massa...

Regionali Veneto 2020: di quanto Zaia supererà se stesso?

Questa sera, lunedì 21 settembre, sapremo di quanto Zaia ha superato sé stesso accingendosi per la terza volta a fare il presidente di Regione....
Share