13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 29, 2020
Home Cronaca/Politica Moreno De Col riconfermato alla guida dell'Appia

Moreno De Col riconfermato alla guida dell’Appia

Moreno De Col é stato riconfermato all’unanimità presidente dell’APPIA per il prossimo quadriennio. E’ questo l’esito dell’assemblea elettiva  tenutasi  sabato 12 settembre presso la Nogherazza, a Castion. Per il prossimo mandato, De Col sarà affiancato da una presidenza composta da Leriana Viel, Vittorio Bridda, Giancarlo Candeago, Ruggero Candeago, Raymond Canova, Giuliano De Monte Zanguol, Ferdinando Gasperina Naina e Napoleone Soccol. Rinnovato anche il collegio dei revisori dei conti nelle persone di Angelo Da Boit, Adone Peterle e Fulvio Viel mentre per il collegio dei garanti sono stati confermati l’avv. Livio Viel, Claudio Siorpaes e Sante Zanderigo Iona. Nel suo intervento il presidente si  é soffermato su temi  di stretta attualità quali la difficile situazione in atto e le misure adottate per affrontarla. “Se – ha detto De Col – sul fronte degli ammortizzatori sociali legati alle difficoltà occupazionali il Governo sta comportandosi con coerenza, non pare di poter affermare lo stesso per quanto attiene in particolare l’aspetto fiscale. Non sono, infatti, stati predisposti gli interventi anticiclici da tutti auspicati per rilanciare consumi e investimenti. D’altra parte non é facile per le imprese pensare a investimenti e  ricapitalizzazioni stante una crisi del sistema di finanziamento senza precedenti”. Nel corso dell’assise, a cui ha partecipato il presidente regionale CNA Oreste Parisato,  sono state anche approfondite altre questioni che possono avere un significativo impatto sull’economia locale quali l’efficacia del “Piano casa” per il rilancio del comparto edile, le opportunità offerte al territorio con il riconoscimento delle Dolomiti quale patrimonio dell’Unesco, le vicende legate alla  legge 99/2009 sul “ Made In” . Nel pomeriggio, a chiusura dei lavori, c’è stata la visita ai rinnovati locali di via San Gervasio, presenti il sindaco di Belluno, Antonio Prade e  il presidente della Provincia, Gianpaolo Bottacin. Con questa inaugurazione, l’APPIA ha voluto dare un concreto segnale di fiducia nei confronti del tessuto economico bellunese, nella sua capacità di reagire alle difficoltà del momento. “D’altra parte – ha rilevato il direttore, Maurizio Ranon – malgrado calino complessivamente il numero di imprese iscritte alla Camera di Commercio, gli associati sono aumentati di un centinaio di unità rispetto alla precedente assemblea elettiva. Si tratta di un segnale importante che conferma come gli investimenti in strutture – in diciotto anni sono stati completamente rinnovate le sedi di Feltre, Agordo, Santo Stefano e Pieve di Cadore, Pieve d’Alpago e Belluno – e sopratutto in competenze e servizi, abbiano rinsaldato e accresciuto il rapporto fiduciario che lega le imprese all’APPIA”.

Share
- Advertisment -



Popolari

Arrestato e incarcerato un uomo a San Vito di Cadore

I carabinieri di San Vito di Cadore hanno arrestato M.G. Guerretta, 60enne residente a Treviso. L'uomo doveva scontare 6 anni e 6 mesi di...

Focolai di contagio covid a San Pietro di Cadore e Santo Stefano di Cadore. La Prefettura dispone l’intensificazione dei controlli di polizia

Si è tenuta oggi pomeriggio, in Prefettura, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, con...

Indennità di rischio radiologico, la Cisl diffida l’Ulss 1 Dolomiti

La decisione della Ulss 1 Dolomiti, avvallata dal Nucleo aziendale di valutazione del rischio radiologico (Navrr) è definitiva: ai lavoratori di categoria B, infermieri...

Oltre le Vette 2020. Venerdì la prima serata della rassegna dedicata all’alpinismo e all’avventura

Si terranno al Teatro Comunale di Belluno le serate dedicate all’alpinismo e all’avventura della 24a edizione di Oltre le vette – Metafore, uomini, luoghi...
Share