13.9 C
Belluno
mercoledì, Settembre 28, 2022
Home Prima Pagina A Feltre un polo dell'alta formazione per la chimica. L'auspicio di Carlo...

A Feltre un polo dell’alta formazione per la chimica. L’auspicio di Carlo Barbante docente del Campus di Borgo Ruga

Feltre potrebbe diventare uno dei poli di riferimento per l’alta formazione nel settore chimico. E’’ l’auspicio lanciato da Carlo Barbante, professore ordinario di Chimica Ambientale presso l’’Università Ca’ Foscari di Venezia e direttore del corso di specializzazione in Metodi innovativi nell’analisi chimica ambientale che si è chiuso oggi, sabato 12 settembre, presso il Campus di Borgo Ruga. Un’affermazione, quella del docente veneziano di origini feltrine, fatta proprio alla luce del successo che ha caratterizzato il corso da lui diretto. “Non è la prima volta che in Italia viene proposta una simile iniziativa formativa, ma questa  ha dichiarato  è stata innovativa sia per l’ampio spettro delle tematiche trattate sia per l’altissima professionalità dei relatori, che ha dato davvero un respiro internazionale alle lezioni. A promuovere l’iniziativa l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Arpa Veneto e la Società Chimica di Roma. Una sinergia dunque ai massimi livelli e che, grazie al sostegno e al contributo della Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura in Provincia di Belluno, ha permesso – spiega Barbante – di colmare una lacuna significativa nella proposta formativa scientifica italiana. Trentacinque gli studenti impegnati nella sei giorni feltrina, provenienti da tutto il centro nord italiano e che hanno espresso un giudizio positivo sulle strutture e gli spazi di Borgo Ruga. Accoglienza premiata dunque, anche per il territorio: molti tra gli allievi hanno infatti scelto di risiedere in città per la durata delle lezioni, apprezzandone la bellezza ambientale e l’offerta di manifestazioni di cui in quei giorni la città era ricca. “Se la Fondazione ed i suoi soci daranno nuovamente la loro disponibilità ed il loro sostegno, saremo felici di poter riproporre il corso anche il prossimo anno -– conclude Barbante – – facendolo divenire un appuntamento per la comunità chimica. Una scelta che andrebbe nella direzione di offrire a Feltre un’Università fatta non solo di lezioni ma anche di ricerca e sperimentazione. E’questo il vero cuore dell’Alta Formazione: un’opportunità ed una risorsa non solo per il mondo accademico ma anche per il territorio che ha avuto la sensibilità di promuoverne e favorirne la crescita.

Share
- Advertisment -

Popolari

La Cassa Rurale Dolomiti dona 10mila euro alla delegazione bellunese del Soccorso Alpino. Barattin: “Risorsa preziosa per l’acquisto di nuovi droni e per la...

“Il nostro istituto porta la montagna, e in particolar modo le Dolomiti, nella propria ragione sociale, ma anche in molte delle proprie iniziative imprenditoriali...

Sabato la conferenza Buzzati minore, ma non troppo. Autografi, libri preziosi, speciali e rari buzzatiani della Biblioteca civica di Belluno

Sabato 1 ottobre alle ore 10:00, nell’aula magna del Seminario Gregoriano di Belluno si terrà la conferenza Buzzati minore, ma non troppo. Autografi, libri...

Presidenzialismo. Trabucco: “Approccio superficiale”

All'indomani delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, il partito di maggioranza relativa (Fratelli d'Italia), in modo pienamente legittimo, ha illustrato uno dei punti...

Riqualificazione energetica dell’edificio Kraller. Saranno riservati 8 alloggi ai lavoratori temporanei

Belluno, 27 settembre 2022 - Via libera oggi in giunta al progetto definitivo/esecutivo di riqualificazione energetica dell’edificio Kraller, in via Lungardo. L’operazione, finanziata dal...
Share