13.9 C
Belluno
mercoledì, Settembre 30, 2020
Home Cronaca/Politica Probabile rinuncia di Bottacin. A due mesi dalle provinciali il centrodestra brancola...

Probabile rinuncia di Bottacin. A due mesi dalle provinciali il centrodestra brancola nel buio

Pare essere già superata la candidatura del centrodestra alla Provincia di Belluno di Gianpaolo Bottacin, data oramai per certa oggi dal quotidiano Il Gazzettino. Infatti, nel corso di una riunione che si è svolta ieri sera nella sede del consiglio direttivo del Carroccio in via Marisiga a Belluno, Bottacin si sarebbe ritirato dalla corsa. Il condizionale è d’obbligo, perché l’interessato, da noi contattato telefonicamente, ha detto testualmente di “non aver nulla da dichiarare alla stampa”.  Un “ordine di servizio” evidentemente diffuso agli altri dirigenti di partito che, sull’argomento, hanno preferito tenere la bocca cucita. Un atteggiamento che non può che avvalorare l’ipotesi di bufera in casa. Un nervosismo che del resto è comprensibile, tra le fila della Lega, perché a due mesi dal voto non dev’essere piacevole dover ritornare a sedersi intorno al tavolo a ridiscutere cose già dette. E dover così ricominciare daccapo il giro di consultazioni. A questo punto tutto è ancora possibile. Perché se la Lega non trova un suo uomo, che dev’esser gradito anche all’alleato Pdl, c’è sempre all’orizzonte una “vecchia opzione” in stand-by: Quella di Oscar De Bona, ad esempio. I tempi ormai però sono brevi, e il canditato che si opporrà alla rielezione di Reolon dovrà sobbarcarsi all’ultimo momento anche tutto il peso organizzativo della campagna elettorale. Una situazione scomoda e che pare non invogli nessuno del centrodestra a compiere quello che potrebe rivelarsi un salto nel buio.  Un impasse grave dunque, che potrebbe venire “risolto” a questo punto solo da qualche ordine di segreteria di partito a livello regionale o  nazionale.

Share
- Advertisment -



Popolari

Cordoglio per la morte di Bepi Tormen

«La scomparsa improvvisa di Bepi Tormen ci lascia senza parole. La Provincia perde un validissimo consulente, un ricercatore che da anni collaborava con noi». Il...

Marchon Italia: accordo sindacale sullo smart working

Diritto alla disconnessione, tre giornate massime di smart working alla settimana, flessibilità della prestazione lavorativa. Sono alcuni degli elementi che caratterizzano l'accordo sullo smart...

Caffè pedagogico. Appuntamento on line il 5 e 9 ottobre per genitori con bambini da 0 a 6 anni

Il “Caffè Pedagogico” è un’Associazione culturale costituita nel 2017 da un gruppo di professionisti amanti del mondo dell’infanzia, convinti del valore pedagogico in educazione...

Fondo solidarietà bilaterale artigianato bloccato. Scarzanella: imprenditori senza assegno da maggio

«Il lockdown e la pandemia continuano a mettere in ginocchio il mondo dell'artigianato. La situazione comincia a farsi insostenibile». È quanto afferma la presidente...
Share