13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 27, 2023
Home Cronaca/Politica Ritrovato il corpo di Mauro Deon sulla Pala Alta

Ritrovato il corpo di Mauro Deon sulla Pala Alta

Belluno, 10-04-09 E’ stato ritrovato questa mattina dal Soccorso alpino il corpo senza vita di Mauro Deon, l’escursionista sepolto da una valanga sulla Pala Alta, gruppo della Schiara, il primo giorno di marzo. Si chiude oggi una vicenda dolorosa che per oltre un mese ha visto quasi quotidianamente squadre di soccorritori impegnati nella ricerca del giovane disperso. Mauro, trentasettenne di Sedico, e Gabriele Mezzacasa, coetaneo di San Gregorio nelle Alpi, erano partiti all’alba del primo marzo per risalire la parete innevata della Pala Alta (1.993 metri di altitudine), rimanendo coinvolti da una slavina già nelle prime ore della mattinata. L’allarme, lanciato nel pomeriggio da alcuni amici preoccupati per il prolungato silenzio, aveva messo in moto il Soccorso alpino, con oltre trecento soccorritori provenienti dal Bellunese e dalla Trevigiana presenti in parete il giorno stesso e nei giorni successivi, con una decina di unità cinofile e personale delle diverse forze dell’ordine. Il corpo di Gabriele era stato rinvenuto il giorno dopo, individuato dal fiuto dei cani, a circa 1.300 metri di quota. Il maltempo con ulteriori nevicate, il rischio di altri distacchi e l’imponente massa di neve ghiacciata hanno poi ostacolato le ricerche di Mauro nelle settimane successive, senza però impedire a gruppi di soccorritori di continuare a percorrere la valanga quasi ogni giorno. Il 20 marzo era stata rinvenuta la macchina fotografica di Gabriele con impresse due immagini scattate alle 9.11, una decina di minuti prima che i due amici fossero investiti dalla valanga, che permettevano di stabilire il punto del canale in cui si trovavano, tra la diretta e la normale alla cima attorno ai 1.700 metri di altezza. Questa mattina poco prima delle 9 un soccorritore ha individuato il corpo di Mauro che affiorava nella neve, a 1650 metri di altitudine, sotto un salto di roccia, dove il caldo e gli smottamenti dei blocchi di neve avevano tolto un tappo di ghiaccio. Sono stati avvertiti i carabinieri e i famigliari, mentre contestualmente il 118 inviava l’eliambulanza del Suem con a bordo il tecnico di elisoccorso e il personale medico. Altri due soccorritori della Stazione di Belluno sono poi stati elitrasportati per aiutare nelle operazioni. Ottenuto il nulla osta per la rimozione, la salma è stata ricomposta, imbarellata e recuperata utilizzando un gancio baricentrico di 25 metri. Trasportata a Pian dei Castaldi, è stata infine affidata al carro funebre.

Share
- Advertisment -

Popolari

Caso Miramonti. L’immobiliarista Corsini scrive a tutte le autorità elencando le criticità rilevate

C’è un nuovo intervento dell’immobiliarista romano Matteo Corsini che oggi ha inviato una comunicazione a tutte le autorità sul caso del Grand Hotel Miramonti...

Safilo Longarone. Segreterie regionali Filctem Cgil – Femca Cisl – Uiltec Uil: 472 lavoratori ritenuti non più strategici

Ieri, giovedì 26 gennaio presso la sede di Veneto Lavoro, si è tenuto alla presenza dell’Assessore Elena Donazzan l’incontro fra le OO.SS e l’Amministratore...

Torna operativa la legge regionale 18/1994. Il fondo di rotazione ha una disponibilità di 21 milioni di euro

Bogana: «Nuove applicazioni possibili, soprattutto nel settore del turismo e della ricettività» Torna la legge regionale 18/1994 e apre al turismo. Il rinnovato fondo di...

Presentato questa mattina il bilancio di previsione 2023/2025 del Comune di Belluno

Belluno, 27 gennaio 2023 - E’ stato presentato questa mattina in conferenza stampa il bilancio di previsione 2023-2025 del Comune di Belluno. Erano presenti...
Share