13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 28, 2024
HomeLavoro, Economia, TurismoNuove raccolte provinciali degli usi di Treviso e di Belluno. Pozza: "Importante...

Nuove raccolte provinciali degli usi di Treviso e di Belluno. Pozza: “Importante riferimento quando manca una specifica disciplina legislativa”

Mario Pozza – Presidente Camera di Commercio Treviso/Belluno

Gli usi sono uno strumento di consultazione per cittadini e imprenditori. Sono fonte di diritto, in caso di contenzioso per tutti gli operatori economici e i professionisti dell’area legale

Treviso, Belluno, 13 Maggio 2024. La Camera di Commercio, ai sensi degli artt. 32,34 e ss. Del T.U. approvato con R.D. 2011 del 20/09/1934, è tenuta a procedere alla revisione periodica degli usi e consuetudini commerciali e alla compilazione della relativa Raccolta Provinciale.

Gli usi sono fonti di diritto cui si fa riferimento quando manca una specifica disciplina legislativa o quando sono espressamente richiamati. Essi traggono origine dalla ripetizione generale, uniforme e costante di comportamenti osservati nel convincimento di ottemperare a norme giuridicamente vincolanti: con la pubblicazione nella Raccolta ufficiale della Camera di commercio si presumono esistenti fino a prova contraria. Le raccolte comprendono sia gli usi normativi che contrattuali.

Il riferimento degli usi locali resta il territorio della provincia, in ragione della diversa vocazione legata a motivi geografici, di tradizione e attività esercitate dalle comunità locali, il che ha reso necessario avviare la procedura di revisione nei due ambiti territoriali cui si riferiscono le precedenti Raccolte, ovvero la provincia di Belluno e quella di Treviso.

A cosa servono?

Risponde il Presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti Mario Pozza: Gli usi sono uno strumento di consultazione per cittadini e imprenditori. Trovano applicazione nei rapporti contrattuali per gli aspetti non definiti espressamente dalle parti, nonché, essendo una fonte di diritto, rilevano in caso di contenzioso per tutti gli operatori economici ed i professionisti dell’area legale. E’ bene dunque conoscerli per semplificare certe situazioni che possono accadere negli eventi della propria vita professionale e personale. Ringrazio i nostri uffici per il gran lavoro svolto perché la procedura di revisione degli usi è lunga e complessa in quanto le operazioni di revisione sono iniziate con la richiesta di segnalazioni degli usi a tutti i soggetti interessati nei rispettivi territori come, Comuni, Istituti universitari, Ordini professionali e di categoria, altri enti pubblici, etc. Con l’augurio che la nuova raccolta degli usi locali 2023 rappresenti un valido strumento giuridico per la regolazione dei mercati, degli affari e per la riduzione dei contenziosi e delle liti, rinnovo l’impegno dell’Ente camerale a supporto dell’economia locale e per lo sviluppo dei territori di competenza.

Le maggiori novità delle raccolte usi 2023 sono le seguenti:

– per la raccolta di Treviso l’introduzione di una nuova parte in materia di animali da compagnia, oggetto di attualità e l’aggiornamento degli usi alberghieri, tenendo conto della normativa vigente;

– per la raccolta di Belluno gli argomenti di revisione sono stati i fondi rustici e l’alpeggio da un lato e le prestazioni d’opera nell’ambito delle costruzioni d’altro lato, ambiti ove sono state rilevate modifiche riguardanti la consolidazione di nuovi usi o l’intervenuta desuetudine.

Come da disposizione di legge, le Raccolte – edizione 2023 – sono state pubblicate nel sito camerale e sono disponibili per la consultazione gratuita alla pagina web dedicata:

https://www.tb.camcom.gov.it/content/12632/Bisogni/Pubblicazi/UsiLocali.html

E’ stata disposta inoltre la stampa a tiratura limitata dei volumi delle due raccolte per i Ministeri, i Tribunali, gli Enti e le Associazioni interessati, che sono in spedizione in queste settimane.

- Advertisment -

Popolari