13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 24, 2024
HomePrima PaginaLa 4a edizione della Coppa delle Alpi prende il via alle 7:30...

La 4a edizione della Coppa delle Alpi prende il via alle 7:30 da Piazza Unità d’Italia a Trieste con arrivo a Cortina e stasera convegno al Faloria

Coppa delle Alpi. Trieste, Piazza Unità d’Italia

Trieste, 29 aprile 2024 – Nel pomeriggio di ieri, dedicato alle verifiche tecniche e sportive, sono stati numerosi i passanti e i curiosi che, approfittando della giornata soleggiata, si sono fermati in piazza per ammirare le vetture. Più tardi, a cena, si è tenuto il primo momento dell’itinerario tematico che viaggerà parallelamente alla gara nei prossimi giorni, nel quale si è parlato di Cooperazione trans-frontaliera su ambiente, turismo e agricoltura alla presenza di David Pizziga, presidente di GAL Carso: “Non c’è niente di meglio della Coppa delle Alpi per accelerare il motore economico del turismo sostenibile – ha affermato – grazie alla vostra movimentazione dimostrate che con le macchine si riesce ad arrivare in posti che sono difficilmente raggiungibili con l’aereo, il treno e gli autobus. Ci si arriva in modo quasi sostenibile e si può compensare con iniziative green. È importante passare da zone che fino a poco fa erano un po’ dimenticate, economicamente sfavorite rispetto ai centri città che dopo il Covid stanno rivivendo un’ondata fantastica di turismo.

Dal cuore della Città del caffè, le macchine si dirigeranno nell’entroterra per immettersi nella riserva naturale del Lago di Doberdò, raro esemplare di lago carsico, dove si terranno le prime Prove Cronometrate della gara. Varcato il confine sloveno, l’Altopiano di Bainsizza ospiterà la prima Prova di Media, poi sarà la volta del Controllo Timbro a Tolomino, Città Alpina dell’anno 2016 per la biodiversità.

L’ultima attività di gara prima del pranzo sarà un’altra Prova di Media sulle sponde dell’Isonzo. A Kranjska Gora, località del primo pranzo in gara, si parlerà di Progetti di Turismo Sostenibile col Direttore del Parco Nazionale delle Alpi Giulie Klemen Langus e Luka Vrancic dell’Ufficio Turistico.

Terminata la sosta per il pranzo, gli equipaggi faranno ritorno in Italia dal Valico delle Fusine. Nello scenario suggestivo delle Cave del Predil si svolgeranno altre Prove Cronometrate, in quella che è stata per secoli una delle più importanti miniere europee di piombo e zinco.

Dopo la Prova di Media della Sella Nevea, incastonata fra le Alpi Giulie, il convoglio si dirigerà a Comeglians, un piccolo borgo che negli ultimi anni si è fatto portavoce di progetti per contrastare lo spopolamento. A quel punto soltanto il Passo Tre Croci li separerà dal traguardo di tappa di Cortina d’Ampezzo.

Agli oltre 2100 metri del Rifugio Faloria si svolgerà il secondo panel del Grande Viaggio Alpino, dedicato a “Una comunità per Olimpiadi sostenibili e accessibili”. Presenti come rappresentanti delle Best Practice del territorio Benedetto Gaffarini di Fondazione Cortina, Stefano Lorenzi di Regole d’Ampezzo, il produttore di formaggi Davide Santer, lo Chef Fabio Pompanin e la Vicesindaca del Comune di Cortina Roberta Alverà, in rappresentanza delle istituzioni locali.

 

- Advertisment -

Popolari