13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 18, 2024
HomePrima PaginaLa Sezione Cadore Radioamatori celebra i 100 anni dell'Aeronautica militare

La Sezione Cadore Radioamatori celebra i 100 anni dell’Aeronautica militare

Fiames, Cortina d’Ampezzo in una cartolina del 1939, sulla destra l’area dove c’era il campo di volo

Nel 1915 l’uso militare degli aerei era agli albori; nelle nostre terre, il periodo fu tragico. Zona di fronte, zona di confine, le terre alte furono travolte, per tutta la durata del primo conflitto mondiale, dalla necessità di proteggere un fronte duro, difficile e sofferente. Proprio per permettere il sorvolo del territorio avversario nel 1915 l’allora Corpo Aeronautico allestì a Fiames, a quattro chilometri dal centro di Cortina D’Ampezzo, un campo di volo, talmente strategico da venire fondato un anno prima di quello del capoluogo Belluno. Terminato il conflitto, otto anni dopo, venne fondata l’Aeronautica Militare Italiana: cento anni in difesa della pace e delle popolazioni, attraverso una fitta rete di aeroporti, di varie dimensioni, diffusi su tutto il territorio nazionale.

Per celebrare l’importantissimo anniversario, l’Associazione Radioamatori Italiani ARI, in collaborazione con lo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, ha organizzato un Diploma commemorativo dell’evento.

L’ARI Cadore, vivace realtà radioamatoriale dolomitica, ha quindi scelto di valorizzare l’aeroporto di Cortina Fiames, con il nominativo II3CDF che richiama il codice IATA dell’antico campo volo fondato 108 anni fa. Come già per precedenti iniziative, le più recenti in occasione del Mondiali di sci a Cortina D’Ampezzo e dei Cento anni del Trenino delle Dolomiti nel 2021, i Radioamatori di ARI Cadore si impegneranno a portare in tutto il mondo una realtà locale, fortemente radicata nel territorio dolomitico. Ancora una volta, ARI Cadore porta la montagna bellunese nell’etere globale.

- Advertisment -

Popolari