13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 18, 2024
HomeSport, tempo libero45mo Grand Prix Lattebusche, vincono lo Sci club Gallio e lo Sci...

45mo Grand Prix Lattebusche, vincono lo Sci club Gallio e lo Sci club Bosco

(Foto: Alessandro Sogne)

Oltre 700 Baby e Cuccioli (under 10 e under 12) in gara nel fine settimana in Val di Zoldo per l’atto conclusivo dello storico circuito di sci alpino e fondo di Fisi Veneto. Organizzazione di Pelmo Ski Team e Sci club Valzoldana

Belluno, 5 marzo 2023 – Oltre 700 Baby e Cuccioli in gara nel fine settimana in Val di Zoldo, sulle Dolomiti Bellunesi, per la due giorni delle finali del Grand Prix Lattebusche, il circuito dello sci alpino e dello sci di fondo dedicato agli under 10 e agli under 12 che rappresenta uno degli eventi più longevi e intensi nel panorama dello sci italiano. Quella celebrata sabato 4 e domenica 5 marzo è stata la 45.ma edizione del Grand Prix Lattebusche che ha avuto come teatro di gara le piste Cristelin 1 e Grava 2, in località Pecol, per i protagonisti dello sci alpino, la pista Pompeo Fattor di Palafavèra per i fondisti.

Per quanto riguarda lo sci alpino (gare organizzate dal Pelmo Ski Team) 450 in gara nelle due giornate. A imporsi nella graduatoria finale sono stati i vicentini dello Sci club Gallio che hanno totalizzato 695,5 punti. Al secondo e terzo posto, rispettivamente, due club di Cortina: lo Sci club Cortina (648) e lo Sci club 18 (514). A completare un’altra società della conca ampezzana, lo Sci club Druscié, e lo Sci club Arabba.

Per quanto riguarda gli sci stretti (gare proposte dallo Sci club Valzoldana), doppietta veronese: vittoria per lo Sci club Bosco Lessinia (323 punti) e piazza d’onore per lo Sci club Orsi Bianchi (302). Sul gradino più basso del podio i vicentini del 2 A Asiago Altopiano. Sci club Cortina e Sci Nordico Marmolada hanno completato le prime cinque posizioni.

Tanti sono stati i premi per i migliori classificati ma diversi sono stati anche i premi a sorteggio, messi a disposizione da Lattebusche, da Pelmo Ski Team, Sci club Valzoldana e realtà economiche della Val di Zoldo, premi che hanno fatto felici tantissimi minisciatori in quella che è stata una grande festa al termine di tre mesi di gara. Da sottolineare come siano state assegnate, sempre tramite il sorteggio, due borse di studio (una a un fondista una a uno sciatore dell’alpino) dedicate alla memoria di Ivano Giopp, l’ideatore del Grand Prix.

«Questa due giorni è stata la degna conclusione di un’annata che ha visto un’ottima partecipazione, con numeri in linea con quelli dello scorso anno. Mi piace sottolineare il clima sereno e festoso che ha caratterizzato questa finale che ha visto il grande impegno di Pelmo Ski Team e Sci club Valzoldana: un bellissimo binomio tra una società di pianura e una di montagna» sottolinea Roberto Visentin, presidente di Fisi Veneto. «Un grazie voglio dirlo, forte, a tutti i club che hanno allenato i ragazzi, a tutte le società che hanno organizzato le gare di circoscrizione e anche ai genitori dei nostri piccoli atleti. Un grazie particolare va a Lattebusche, un’azienda vicina al territorio, un’azienda con la quale vogliamo continuare a costruire progetti per lo sport giovanile».

«Lattebusche da sempre lavora nel e con il territorio» ha affermato Matteo Bortoli, responsabile marketing e comunicazione dell’azienda. «Vogliamo continuare a farlo ed eventi come il Grand Prix sono delle occasioni privilegiate».

«In questo momento di festa»hanno poi aggiunto Visentin e Bortoli «vogliamo ricordare un grande amico degli sport invernali, Giovanni Viel (giornalista e speaker, ndr) che ci ha lasciato pochi giorni fa e che tante edizioni del Grand Prix Lattebusche ha commentato, facendo emozionare grandi e piccoli».

 

- Advertisment -

Popolari