13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSport, tempo liberoPallavolo Belluno femminile - Lupe sconfitte nella trasferta vicentina

Pallavolo Belluno femminile – Lupe sconfitte nella trasferta vicentina

HL Immobiliare Volley, è amara la trasferta vicentina: «Due passi indietro rispetto alle ultime gare»

POJANA SOSSANO-HL IMMOBILIARE BELLUNO 3-0

PARZIALI: 25-19, 25-15, 25-19.

POJANA SOSSANO: Burato, Casarin, Ziello, Brendolan, A. Trivellato, Bologna, G. Trivellato, Sy, Baraldo (L), Trevisan, Baccarin, Reddi, Cenghiaro (L). Allenatore: I. Filon.

HL IMMOBILIARE BELLUNO: Vendramini 1, Casagrande 1, Fantinel 3, Fioretti 3, Fiabane 2, Zago 9; Ingrosso (L), Buzzatti 8, Casanova (L), Costa 1, Zambon, D’Isep 2, Da Pos. Allenatore: L. Nesello.

NOTE. Durata set: 21′, 23′, 25′; totale: 1h09′. Belluno: battute sbagliate 3, vincenti 3, muri. 6.

«Un passo indietro rispetto alle ultime uscite? Anche due». Non usa troppi giri di parole coach Lorenzo Nesello, al termine di una gara in cui il Volley Pojana Sossano ha fatto valere il fattore campo. E imposto la legge del più forte. Quella vicentina non è la quarta forza del campionato per grazia ricevuta. Al contrario: ha qualità in ogni fondamentale e, specialmente fra le mura amiche, è quasi imbattibile. Non a caso, ha perso in una sola occasione.

Tuttavia, al di là degli indiscutibili meriti delle avversarie, coach Nesello sperava di ottenere qualcosa in più da una HL Immobiliare che ha faticato a entrare in partita. E a rimanere in scia a un sestetto particolarmente aggressivo ed efficace al servizio: «Nel secondo set ho chiesto due time-out. In un primo momento ho cercato di spronare le ragazze, poi sono rimasto in silenzio. Dispiace, perché non abbiamo giocato da squadra. Avevo avanzato poche richieste. E quelle poche non sono state comunque portate a termine».

Le padrone di casa hanno spinto sul pedale dell’acceleratore dal primo all’ultimo scambio: «Ma noi ci siamo sciolti presto – conclude Nesello -. Nelle difficoltà, anziché unirsi come era avvenuto non più tardi di sabato scorso con la Sicell Volpe, il gruppo è rimasto troppo passivo». Meglio girare pagina, quindi. Anche perché, alla luce dei risultati emersi dagli altri campi, la classifica è sempre cortissima. E, con una serie di scontri diretti all’orizzonte, l’obiettivo salvezza resta alla portata. A patto di iniziare a concretizzare. Magari già a partire da sabato prossimo, quando al De Mas arriverà la Dinamica Solesino.

- Advertisment -

Popolari