13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Sport, tempo libero Brusco stop: il Legnago cala il poker al polisportivo

Brusco stop: il Legnago cala il poker al polisportivo

DOLOMITI BELLUNESI-LEGNAGO SALUS 1-4

GOL: pt 4′ Zanetti; st 4′ rigore di Rocco, 10′ Arcopinto, 15′ e 29′ Baradji.

DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Sommacal, Pettinà (st 1′ Svodercoschi); Artioli (st 22′ Casella), Onescu, T. Cossalter (st 8′ Arcopinto); De Paoli (st 1′ Macchioni), Corbanese, A. Cossalter (st 27′ Faraon) (a disposizione: Saccon, Toniolo, Cucchisi, De Carli). Allenatore: D. Zanin.

LEGNAGO SALUS: Di Stasio; Travaglini (pt 38′ Zarrillo), Sbampato, Gasparetto, Mazzali (st 43′ Ruggeri); Casarotti, Baradji, Van Ransbeeck (st 38′ Bernardini); Sambou (st 41′ Rodella), Rocco, Zanetti (st 35′ Muteba) (a disposizione: Fusco, Musumeci, Marcellusi, Noce). Allenatore: M. Donati.

ARBITRO: Matteo Moncalvo di Collegno (assistenti: Flavio Pisu e Luca Mocci di Oristano).

NOTE. Spettatori: 500 circa. Ammoniti: Travaglini, Van Ransbeeck, Alcides, Di Stasio, Macchioni. Espulso: st 40′ Sommacal per somma di ammonizioni. Angoli: 3-3. Recupero: pt 2′; st 3′.

La SSD Dolomiti Bellunesi cercava il poker di vittorie consecutive, tra campionato e Coppa Italia. E invece il poker lo ha calato il Legnago Salus: quattro reti, la maggior parte di pregevole fattura, a rendere amaro il pomeriggio di un polisportivo arricchito ancora una volta da una splendida cornice di tifosi e da una massiccia partecipazione dei bambini. In tribuna c’erano pure i ragazzi del Piave, con allenatori e dirigenti, a rafforzare il Patto Dolomitico. Tornando al campo, un brusco stop. Nonostante il tentativo di reazione in avvio di ripresa, sfociato nel gol della speranza di Arcopinto. Ma non basta: l’undici di Massimo Donati merita ampiamente il bottino pieno.

AVVIO PIROTECNICO – Nei primi 4′ succede di tutto: dopo 120′ secondi, Corbanese sfrutta una punizione dalla sinistra di Artioli e, di testa, indirizza il pallone nel sacco. Ma l’urlo del polisportivo è ricacciato in gola dal guardalinee: bandierina alta e fuorigioco. Dall’1-0 allo 0-1, il passo è breve. Specialmente se di mezzo c’è Boubacarr Sambou: un fulmine, che prima sfiora il bersaglio con un diagonale a lato da buona posizione, poi serve a Zanetti un autentico cioccolatino per il vantaggio biancoceleste. I dolomitici accusano il colpo e tremano sul contropiede orchestrato da Rocco: Virvilas mura.

LA SCENA È DI BARADJI – Il Legnago ha diverse frecce in faretra. E lo dimostra in apertura di ripresa, quando Zanetti, in area, guadagna un penalty per fallo di Onescu: dagli undici metri, Rocco non si lascia pregare e timbra il raddoppio. I padroni di casa, però, non ci stanno e i cambi danno subito una scossa, se è vero che l’azione dell’1-2 si sviluppa sull’asse Svidercoschi-Macchioni-Arcopinto: tutti entrati da pochi istanti. Ma la rete dell’ex Sassuolo è illusoria, perché il centrocampista francese, Moussa Baradji, si prende la scena e confeziona una doppietta d’autore: gran destro da fuori, sotto la traversa. E inserimento dalle retrovie con bolide a fulminare Virvilas, proteso in uscita. Insomma, troppo Legnago per i dolomitici, che chiudono in dieci in seguito all’espulsione per somma di ammonizioni di Sommacal.

NIENTE DA SALVARE – A fine gara, mister Diego Zanin è netto: «Oggi dobbiamo solo scusarci con chi era allo stadio. E stare zitti. La giornata è stata anche un po’ strana. Abbiamo segnato in avvio e, subito dopo, è passato in vantaggio il Legnago. Tuttavia, è inutile aggrapparci agli episodi: la squadra non c’era, arrivava sempre in ritardo su ogni pallone. È giusto riconoscere la netta superiorità dell’avversario e ripartire da quanto di buono fatto nell’ultimo periodo. Non stavolta, però: di questa partita non c’è niente da salvare. Abbiamo giocato poco il pallone, perso tutti i duelli e i contrasti aerei. Sia chiaro, niente allarmismi. Ma, ripeto, oggi ci sentiamo in dovere di chiedere scusa».

Share
- Advertisment -

Popolari

Cultura e reunion dei Pooh, la giornata bellunese a Casa Sanremo

Red Canzian, Dodi Battaglia, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Di nuovo insieme per la prima serata di Festival, con un aneddoto tutto longaronese. Perché...

Il lupo della Sportful Dolomiti Race domani ulula a Casa Sanremo 

Domani la Sportful Dolomiti Race sbarca a "Casa Sanremo", l'area ospitalità della famosa manifestazione canora. Il ciclismo in provincia dii Belluno sarà l'argomento della trasmissione "Buongiorno Sanremo" di domani, mercoledì...

Successo per l’occhialeria veneta allo stand della Regione Veneto al Mido. Presenti 5 aziende bellunesi

A Mido la Regione del Veneto mette a disposizione di 5 aziende venete del settore dell'occhialeria uno spazio nel proprio stand regionale. La Regione del...

Interreg Italia-Austria. Conoscere la storia e i beni culturali nell’area Dolomiti live.

Il programma di febbraio nei musei cadorini è ricco e variegato: laboratori, dimostrazioni, concerti, escursioni consentiranno a bambini e adulti di imparare e approfondire...
Share